I Pilastri della creazione, una splendida nursery stellare

I Pilastri della creazione, dal loro “grembo” nascono nuove stelle e nuovi pianeti. Sono tre enormi e dense colonne di gas e polvere interstellari che racchiudono migliaia di stelle in formazione. Il telescopio Hubble li ha fotografati più volte, la prima volta nel 1995, e a 20 anni di distanza arrivano le nuove foto: sono davvero straordinarie.

La nuova foto scattata dal telescopio spaziale, messo in orbita nel 1990 grazie alla collaborazione di Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), riprende uno dei soggetti più fotogenici dello spazio. Le prime immagini scattata da Hubble nel ’95 divennero rapidamente uno dei simboli dell’osservazione dello spazio profondo tanto che le tre ‘torri’ vennero ribattezzate dai media come i Pilastri della creazione e si guadagnarono visibilità in molti film del cinema.

È una splendida nursery stellare, una regione di gas e polveri, dove si stanno formando al momento giovani stelle e dov’è appena nato un ammasso di calde stelle massicce, l’NGC 6611. La luce potente e i venti forti provenienti da questi nuovi massicci  hanno formato i tre pilastri, che vale la pena ricordare sono lunghi anni luce: quello più a sinistra – per darvi un’idea – è lungo 4 anni luce, mentre la protuberanza finale è più grande del nostro sistema solare.

La nebulosa, di per sé, ha una forma che ricorda vagamente un’aquila, i cui pilastri centrali sarebbero “gli artigli”. Secondo le ipostei più accreditate anche il nostro Sole si sviluppò, più di 5 miliardi di anni fa in condizioni simili a quelle che si verificano ora nella Nebulosa Aquila. Il nostro sistema solare, durante la sua formazione, sarebbe stato investito dal materiale di una supernova vicina.

Secondo le ipostei più accreditate anche il nostro Sole si sviluppò, più di 5 miliardi di anni fa in condizioni simili a quelle che si verificano ora nella Nebulosa Aquila. Il nostro sistema solare, durante la sua formazione, sarebbe stato investito dal materiale di una supernova vicina.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie