Salute e ambiente: mettiamo in pratica i consigli per un 2015 green

Le festività sono passate ed è l’ora di mettere in pratica i buoni propositi per il 2015, quelli che aiutino noi e l’ambiente. Si tratta di alcuni consigli per essere davvero ecosostenibili e che non comportano poi così tanti sacrifici come ancora molti credono e per tal ragione continuano a professare uno stile di vita errato per la salute e dannoso per l’ambiente. Direi di scriverli questi consigli e metterli in un luogo in cui ogni giorno possiamo scorrerli per non dimenticare o addirittura far finta di aver dimenticato.

1. Più verdure e frutta e meno carne: lo abbiamo sottolineato più volte, l’industria del bestiame rappresenta una delle più grandi fonti d’inquinamento del pianeta. Ridurre il consumo di carne di proteine animali a vantaggio delle verdure gioverebbe all’ambiente, ma anche alla salute: tra le proprietà benefiche dell’ortofrutta, infatti, spiccano gli effetti antitumorali.

2.Prodotti locali a chilometro zero: acquistare beni alimentari a chilometro zero consente di risparmiare al pianeta considerevoli quantità di emissioni nocive dovuta al trasporto di merci. I prodotti tipici e locali, inoltre, sono più salutari e gustosi, e in media meno costosi. Iscriversi ai G.A.S. è un ottimo modo per cominciare a farsi una cultura sul nostro territorio.

3. Fare l’orto, anche sul balcone: fatelo diventare uno stile di vita. Oltre ai benefici rilassanti e distensivi, prendersi cura di un piccolo orto consente anche di evitare di consumare ortofrutta coltivata con pesticidi e agenti chimici. Con tutta la soddisfazione di aver “prodotto” il vostro cibo da soli. E ricordate il balcone è un orto perfetto.

4. Consumare di meno: dal cibo ai vestiti, dall’arredo agli oggetti di uso comune. La riduzione dei consumi domestici non è sinonimo di peggioramento dello stile di vita, ma anzi può portare vantaggi enormi, a cominciare dal portafogli.

5. Tagliare gli sprechi: cominciamo a stare attenti all’uso dell’acqua con l’installazione di doccia e rubinetti a basso flusso al controllo delle guarnizioni per evitare che ci siano perdite d’acqua alla buona abitudine di chiudere il rubinetto mentre lavate piatti e denti. Lo stesso vale per gli sprechi alimentari, che in Italia ammonta a ben 1,5 milioni di tonnellate, per un valore di mercato di 4 miliardi di euro.

6. Risparmio energetico: si può arrivare a risparmiare fino al 50% di energia elettrica, con un pizzico di attenzione. Dallo spegnere le luci quando si lascia una stanza alla disattivazione di apparecchi elettrici in stand-by. Per esempio un televisore lasciato in stand-by consuma circa l’80% rispetto a uno acceso regolarmente.

7. Muoversi: quando potete, lasciate l’automobile e andate a piedi: risparmierete benzina ed emissioni nocive, guadagnando salute. Il moto, anche “leggero”, migliora la salute cardiovascolare e riduce il rischio di obesità. In alternativa la bicicletta e gli autobus rimangono i mezzi più “green” in assoluto.

8. Riciclo: ne abbiamo fatti diversi di articoli sul riciclo e il riuso di oggetti e materiali in maniera creativa, se ancora non lo avete fatto, cominciate a mettere in pratica i nostri consigli coinvolgendo i bambini, gioverà a tutti.

9. Amici animali: se cercate un animale da compagnia, non acquistatelo nel classico negozio, ma adottatelo. Ci sono numerose strutture specializzate in Italia nelle quali si trovano centinaia di cani, gatti e altri amici a quattro zampe desiderosi di padroni amorevoli.

10. Meno involucri, meno rifiuti: acquistare alla spina i prodotti sfusi, vi permetterà di risparmiare sui costi del packaging, non inquinerete e ne guadagnerete in qualità.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie