SynCardia, il cuore artificiale che si porta in un zainetto

SynCardia è un dispositivo totalmente artificiale che funaziona grazie ad un apparecchio portatile che può essere trasportato in una borsa a tracolla. In pratica è un cuore artificiale che ha salvato al vita ad un ragazzo statunitense di 24 anni e gli per mette di vivere in attesa di un trapianto. Syncardia è una tecnologia avanzata che permette (come dice il nome) di stare senza cuore.

Le persone in attesa di trapianto grazie a SynCardia, approvato in Luglio, potranno vivere l’attesa co ntranquillità. Esso infatti è considerato un ponte di transito per coloro che attendono un cuore nuovo e che naturalmente presentino una situazione clinica stabile. Proprio come un cuore “vero”, anche quello temporaneo dell’Università del Michigan è provvisto di valvole e ventricoli perfettamente funzionanti, progettati per scongiurare disfunzioni ed errori che possono rivelarsi letali. Il “driver” che consente al cuore di battere pesa circa cinque chili ed è trasportabile in uno zaino, in una borsa a tracolla o come un trolley.

POssiamo affermare che, nelle pratiche di trapianto, questo dispositivo rappresenta una svolta epocale. Si tratta di un’autentica pietra miliare nell’ambito dei trapianti di cuore, messi a dura prova dalla sempre più scarsa disponibilità di donatori e dall’incremento delle malattie cardiache. Una vera e propria ancora di salvezza, se si considera che il ragazzo soffriva di displasia ventricolare destra e ha subito uno shock cardiogeno in seguito all’installazione di un defibrillatore.

Sembrava un caso “impossibile”, ma poi per fortuna è riuscito a tornare a casa con le sue gambe e un cuore del tutto artificiale. Deve solo stare attento a seguire alcune piccole regole: rimanere vicino a un alimentatore, mantenere una dieta povera di sodio e seguire un trattamento con anticoagulanti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie