Ambarabà Ricicloclò, il riciclo in Rima nelle scuole

Ecco un’interessante sfida lanciata ai bambini e ai loro insegnanti dal progetto nazionale Ambarabà Ricicloclò, promosso da Ricrea, il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio. Il progetto è stato ideato e realizzato dalla rivista Andersen, mensile italinao di informazione sui libri perragazzi e la cultura dell’infazia.

L’obiettivo è quello di comporre rime divertenti che si ispirino al riciclo di tutti quegli oggetti in acciaio di uso quotidiano che, se raccolti e riciclati, possono trovare nuova vita come le parole in una filastrocca.

L’iniziativa si propone di far arrivare nelle scuole elementari italiane il tema della raccolta e del riciclo degli imballaggi in acciaio, come dice Federico Fusari, direttore generale del consorzio Ricrea: “Stimolare la creatività e la fantasia dei bambini è il modo migliore per trasmettere alle nuove generazioni l’importanza della raccolta e del riciclo degli imballaggi in acciaio come scatolette, bombolette, barattoli, fusti e tappi corona”.

Per l’edizione del 2014 si doveva comporre un limerick, cioè un componimento in rima. I lavori pervenuti dalle scuole di tutta Italia sono stati centinaia e la giuria ha slezionato i dieci migliori, che poi sono stati illustrati da Andrea Valente, uno degli autori contemporanei più amati da bambini e ragazzi.

In questa terza edizione di Ambarabà Ricicloclò 2015 i bambini dovranno cimentarsi nella composizione di un calligramma, dove si uniscono poesia e grafica, una riflessione sull’idea di “riprodotto” cioè ottenuto dal riciclo degli imballaggi in acciaio. Il regolamento e gli spunti si possono trovare sul sito scuola.consorzioricrea.org

Naturalmente la partecipazione è gratuita. I lavori dovranno essere presentati entro l’11 aprile 2015, mentre la premiazione delle classi avverrà sabato 23 maggio a Genova in occasione della 34ma edizione Premio Andersen ai migliori libri per ragazzi dell’anno.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie