Apple: con iCar un passo avanti verso la mobilità sostenibile

Apple, sta progettando l’innovativa iCar, l’auto elettrica al 100% che rappresenta un passo avanti verso la mobilità sostenibile. Secondo l’ultimo report di Bloomberg, la compagnia vorrebbe iniziare la produzione nel 2020, andando a competere con i giganti Tesla e General Motors, così come con Google. Per riuscire nell’impresa, Apple ha messo insieme un team di 200 dipendenti e si è guadagnata la denuncia di un costruttore di batterie per auto, A123, che ha intentato una causa per sottrazione di dipendenti.

Apple nelle auto è già entrata con Car Play, la tecnologia che consente di usare l’iPhone con la voce, farsi leggere le mail dall’assistente vocale Siri, conoscere le informazioni sul traffico e scegliere la colonna sonora del viaggio. Costruire tutto quello che ci sta intorno, però, è ben altra cosa. Per questo al progetto Titan, nome in codice dell’iCar, sono chiamati a lavorare in tanti.

Un’ obiettivo molto ambizioso per Apple, se si considera che nelle case automobilistiche i tempi medi di sviluppo di un’auto vanno dai 5 ai 7 anni. Eppure secondo Steve LeVine, autore del libro ‘The Powerhouse’ sull’industria delle batterie per auto, “Apple è in grado di eguagliare Tesla”, mentre sulle capacità di General Motors l’uomo esprime dei dubbi. Entrambi i costruttori puntano a lanciare sul mercato nel 2017 veicoli elettrici che percorrono oltre 300 km con una sola ricarica, a un prezzo sotto i 40mila dollari. In pista c’è anche Google, che ha già presentato un prototipo di auto che si guida da sola.

La casa di Cupertino potrebbe tuttavia spuntarla e fare da volano al settore, come ha già fatto con i lettori Mp3 (iPod), i telefonini (iPhone) e i tablet (iPad). E come punta a fare nel mercato degli orologi intelligenti con l’Apple Watch, che arriverà nei negozi ad aprile.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie