Come mantenere pulita la Lavatrice in modo naturale

Ci preoccupiamo sempre del nostro bucato, che deve essere pulito e igienizzato, e troppo poco pensiamo allo stato di salute della lavatrice e soprattutto alla sua pulizia, che coerenti con la nostra filosofia deve essere naturale. Se ben mantenuta, la nostra latrice durerà a lungo e i bucati saranno perfetti.

Ricordate che la pulizia interna di cestello, del filtro, degli scarichi e dei tubi migliorano le prestazioni del nostro elettrodomestico e prevenire costosi e spiacevoli incidenti. Come spesso ci insegna la pubblicità, fra i nemici più pericolosi della lavatrice ci sono il calcare e i residui di detersivo, ma anche il cestello, il filtro e le vaschette del detersivo possono diventare ricettacoli di germi e batteri, nei quali si accumulano depositi di sporco incrostato.

Cosa occorre dunque per manutenere la lavatrice e mantenerla pulita e gienizzata? Aceto bianco, bicarbonato, olio essenziale di lavanda. Vediamo come fare. Almeno una volta al mese è bene fare un ciclo di lavaggio a vuoto con aceto bianco. Basterà versare direttamente nel cestello 2 litri di aceto bianco diluiti con un po’ d’acqua, avviare un programma di lavaggio abbastanza lungo ad una temperatura superiore ai 60°. Si può aggiungere anche 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio per potenziare l’effetto igienizzante e sgrassante dell’aceto. E per scongiurare l’odore di aceto, che in ogni caso scoparirà completamente durante il lavaggio, aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda. Il risultato sarà un cestello splendente e igienizzato, tubi liberi dal calcare e un gradevole profumo di lavanda.

Quando lo sporoco e le incrostazioni sono vecchie e resistenti, sarà necessario riempire prima il cestello con acqua calda e poi aggiungere l’aceto di vino bianco. Avviare il ciclo di lavaggio lasciando lavorare la lavatrice per alcuni minuti e poi mettete in pausa per un’ora. Trascorso questo tempo, riavviare il programma impostato fino a completamento.

Anche la pulizia periodica del filtro che deve essere eseguita almeno una volta al mese. Basterà sciacquare il filtro direttamente sotto l’acqua corrente e aiutarvi con uno spazzolino da denti per eliminare i residui di sporco più ostinato e altre impurità. Lo stesso spazzolino vi tornerà utile per pulire accuratamente le guarnizioni in gomma e gli angoli più difficili dell’oblo.

Stesso discorso vale per le vaschette del detersivo in cui si accumulano i residui più ostinati di calcare, detergenti e ammorbidente. Lasciarle in ammollo per qualche ora in una bacinella piena di acqua calda, aceto e bicarbonato. Completate la detersione con una spugnetta e riponete le parti esterne nei loro alloggi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie