Contro lo Spreco Alimentare arriva il Diario

Lo spreco alimentare ha i giorni contati, perchè grazie ad una inziativa lanciata da Last Minute Maket, dalla campagna europea “un anno contro lo spreco” e dal Distal (Dipertimento di Scienze e tecnologie agroalimentari) dell’Università di Bologna, gli italiano potranno conteggiare il loro spreco effettivo. Si chiama “Diario domesitco dello spreco alimentare”.

L’iniziativa coinvolgerà un campione rappresentativo di famiglie italiane, impegnato nel monitoraggio scientifico del cibo sprecato. Nel Diario si registra anche il cibo che viene smaltito attraverso gli scarichi domestici (latte, succhi di frutta o caffè avanzato che si getta nel lavandino) o dato da mangiare agli animali domestici. L’esperimento sarà realizzato nell’arco di una settimana nel mese di aprile 2015 e offrirà indicazioni sull’intervento da realizzare per ridurre gli sprechi domestici. I risultati saranno presentati il 5 giugno, in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente.

Proprio in occasione della seconda edizione per la Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare arriva una buona notizia: finalmente si va verso una normativa semplificata in merito alla donazione degli alimenti invenduti, che dovrebbe diventare operativa entro l’anno. In più dalla Consulta Pinpas (Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare), arriva infatti il Position Paper per una nuova normativa che favorisca la donazione delle eccedenze e dei prodotti alimentari invenduti, attraverso la semplificazione e armonizzazione del quadro di riferimento (procedurale, fiscale, igienico-sanitario) che disciplina attualmente il settore.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie