Dai Gusci dei Gamberetti Celle Fotovoltaiche low cost

E’ rivoluzione nelle celle fotovoltaiche, perchè saranno prodotte dai gusci dei gamberetti. Questo è il metodo innovativo che i ricercatori della Queen MAry University di Londra hanno messo a punto: un nuovo modo di produrre energia dal sole sfruttendo le biomasse. Sarebbero proprio le molecole contenute nei corstacei a sostituire materiali come il rutenio, che sono utilizzati per la costruzione di pannelli solari.

Tutti i dati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Angewandte Chemie. La chitina e il suo derivato, il chitosano che sono i principali componenti dell’esoscheletro di crostacei e insetti saranno usati per produrre le celle. IL team ha infatti scoperto che questi possono essere utilizzati per realizzare i punti quantici, ossia delle nanostrutture che vengono poi integrate nei moduli fotovoltaici e che al momento richiedono l’uso di una lega di platino e rutenio, molto costosa.

Le molecole di chitina e chitosano presenti nei gusci di gamberetti invece, molto abbondanti in natura, consentirebbero la realizzazione di pannelli fotovoltaici a basso costo. Benchè le prime applicazioni non abbiano dato risultati eccellenti, gli studiosi sono ottimisti sulla possibilità di migliorare la resa del materiale. Il fine è quello di realizzare piccole celle solari portatili utilizzabili nella vita di tutti i giorni, per caricare dispositivi mobili come smartphone e tablet.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie