Il Caffè aiuta il DNA a rimanere integro

Le ricerche sul caffè continuano a dare risultati sorprendenti, e ne saranno felici tutti gli estimatori di questa profumata e aromatica bevanda. Sembra infatti che bere regolarmente caffè tostato migliori la salute dei globuli bianchi contrastando l’ossidazione, il processo che porta come sappiamo all’invecchiamento delle cellule e anche all’insorgenza dei tumori.

Lo studio è stato fatto dai ricercatori del dipartimento di chimica degli alimenti dell’Università di Kaiserslautern (Germania) che hanno effettuato un esperimento su 84 uomini sani e hanno analizzato periodicamente il loro DNA. L’esperimento è durato quattro mesi, e durante questo periodo una parte dei volontari ha consumato quotidianamente 750 ml di caffè (filtrato, all’americana, non espresso!), mentre i restanti hanno consumato acqua. Nella miscela utilizzata per effettuare lo studio erano contenuti acidi caffeilchinici e di n-metilpiridinio, un composto derivante dalla tostatura e che contribuirebbe a ridurrebbe il rischio di cancro.

All’inizio dello studio, le analisi effettuate sui due gruppi mostravano livelli simili di rotture spontanee di filamenti del DNA nei globuli bianchi. I test successivi hanno invece mostrato che il gruppo dei “bevitori di caffè” era mediamente meno soggetto al fenomeno, con una differenza del 27% di incidenza tra i due gruppi. La conclusione dei ricercatori tedeschi è che il consumo regolare di caffè può contribuire al mantenimento dell’integrità del DNA.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie