La Tazza da Caffè si ricicla: si pianta in Giardino

Essere attenti all’ambiente e riflettere su ciò che facciamo per rispettarlo e proteggerlo aguzza l’ingegno, anche quando prendiamo il caffè. Sì perchè fra non molto avremo la possibilità di piantare la tazza nel nostro giardino, nell’orto e anche sul balcone. E’ stata una giovane start up americana, Reduce. Reuse. Grow. ad avere l’idea. La giovane start up ha lanciato il progetto sul sito di crowfunding Kickstarter con l’obiettivo di raccolgiere fondi per circa 10mila dollari. Se anche venissero impunemente abbandonate nell’ambiente, le tazze sarebbero biodegradabili in 180 giorni.

Allora come funziona? Dopo aver gustato il vostro buon caffè, la geniale tazza, va aperta, messa a mollo nell’acqua per cinque minuti e poi la potete piantare ovunque vogliate veder germogliare la natura. Infatti, come spiegano chiaramente gli ideatori, ogni tazza sotterrata è capace di sottrarre all’atmosfera una tonnellata di CO2. Lo scopo è quello di sensibilizzare gli americani, ma non solo loro, alla riforestazione, dato che c’è anche la possibilità di postare sui sociale il video o le foto del risultato dle proprio giardinaggio.

La start up infatti, dati alla mano, spiga che solo in America ogni anno si consumano 146 miliardi di caffè da asporto contenuti nelle relative tazze di cartone usa e getta. Quindi, benchè queste possano essere riciclate, la carta di questi prodotti può essere riutilizzata al massimo due o tre volte prima che le fibre si consumino definitivamente. Per non parlare poi di tutti quei contenitori che vengono gettati nell’indifferenziata o peggio per terra. Ecco l’idea dunque, di un riutilizzo permanente dei contenitori, realizzandoli con una miscela di cellulosa compostabile, alcui interno ci sono semi di specie autoctone della California.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie