Le Moschee in Giordania installeranno Pannelli Fotovoltaici

Il governo giordano ha preso una decisione green: ha infatti deciso di installare su circa 6 mila luoghi di culto sparsi in tutto il regno, i pannelli solari in modo da garantire una sostanziale riduzione delle spese energetiche, a fronte di una spesa che attualmente si aggira sui 1200 euro mensili. Saranno 120 le moschee che saranno dotate di pannelli solari.

Ahmad Abu Saa, ministro dell’energia e delle risorse del governo della Giordania spiega che “le moschee impiegano una grande quantità di elettricità e questo progetto aiuterà a ridurre in modo significativo le loro bollette visto che il sole c’è almeno 300 giorni l’anno”. La Giordania, che importa circa il 96% del suo fabbisogno energetico annuale (in base ai dati riportati dal Jordan Times), sta puntando su diversi progetti nel campo delle rinnovabili.

Già nella capitale, Ammam, la moschea Abu Ghaweileh, situata nel quartiere Tlaa Al Ali, usufruisce del sistema fotovoltaico frutto di una donazione dei cittadini del valore di circa 20mila euro. A partire dall’aprile di quest’anno, la struttura comincerà a dipendere esclusivamente dal sole per i sistemi di illuminazione e di aria condizionata. Come spiega l’imam Nidal Alayyan, si tratta di un’iniziativa importante che è nata dall’idea di un gruppo di giovani ingegneri del quartiere, mentre la raccolta fondi è durata un paio d’anni. Il surplus di energia, aggiunge l’imam, sarà venduto alla rete principale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie