L’Ukai, l’Arte della Pesca con i Cormorani

E’ una antichissima tecnica di pesca giapponese, vecchia di 1300 anni, che usa cormorani addestrati per catturare i pesci. Viene pratica ancora oggi sui fiumi Nagara, Hozu, e Uji. Benchè come potete comprendere, sia una tecnica ormai sorpassata, il prestigio di cui godono i pescatori Ukai è molto alto. Essi hanno infatti il personale patrocinio dell’Imperatore, tanto che sono i pescatori imperiali ufficiali.

Queso ti po di pesca, in cui vengono utilizzati i cormorani, viene praticata di notte, con sei barche che prendono parte alla pesca, ogni barca è dotata di una lanterna a legna e naturalmente dei cormorani, legati alla barca, che si immergono a caccia di pesci.

Spesso agli uccelli viene messo un anello metallico alla base del collo, per impedire che ingoino i pesci che catturano, anello che alla fine della pesca viene rimosso in modo che il cormorano possa rifocillarsi. Se l’animale è ben addestrato, è possibile pescare anche senza anello.

Oggi la pesca Ukai rappresenta un’attrazione turistica, e le barche dei pescatori sono accompagnate da battelli di turisti che assistono a quella che è una vera e propria cerimonia.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie