Ogm: Fidenato non si arrende, noleggia serra e annuncia nuova semina mais

Giorgio Fidenato, leader dell’organizzazione “Agricoltori Federati”, non si arrende, anzi, non ritiene ancora conclusa la battaglia contro le istituzioni che gli vietano di coltivare nei suoi campi mais Mon 810. Oggi ha annunciato che domani procedera’ a una nuova semina ogm in una serra.

Fidenato non ha fatto sapere dove si trovi la serra, che è stata noleggiata per l’occasione, ma documenterà l’intera fase della crescita delle piante “per dare un segnale alle istituzioni e chiedere l’applicazione della normativa europea”. “Abbiamo noleggiato una serra e domani procederemo con la semina, questo – ha detto Fidenato – perché la legislazione italiana non copre questo periodo tra la scadenza del precedente provvedimento di divieto e la reiterazione dello stesso. Quindi, in questo preciso istante, anche per l’Italia è possibile usare mais Mon 810, esattamente ciò che faremo domani”. Fidenato ha precisato che per ragioni di sicurezza non intende divulgare la zona dov’è ubicata la serra, dopo che negli anni passati numerosi poderi seminati a Ogm erano stati distrutti da raid notturni di ambientalisti. “Basta oscurantismo e divieti – ha concluso Fidenato – se la Ue ci autorizza a seminare Ogm lo Stato italiano deve solo prenderne atto”

L’azione avviene dopo la decisione del Consiglio di Stato che ha rigettato il ricorso contro il decreto che vieta la coltivazione di Ogm in Italia. Fidenato non ha fatto sapere dove si trovi la serra che verra’ coltivata (tema un raid degli ambientalisti) e che e’ stata noleggiata per l’occasione, ma documentera’ l’intera fase della crescita delle piante “per dare un segnale alle istituzioni e chiedere l’applicazione della normativa europea”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie