Termitai, Arma naturale contro la Desertificazione

In quanti documentari della natura abbiamo visto i termitai? Sicuramente molti, è un mondo davvero affascinante. Sembrano castelli per la loro imponenza, alti fino a 12 metri in altezza, essi arivano anche a 40 memtri di profondità. Ma ciò che è davvero stupefacente è che essi sono prezioso aiuto naturale, perchè hanno la straordianria capacità di immagazzinare l’umidità. Lo rivela uno studio condotto dall’Università di Princeton, USA, e pubblicato sulla rivista Science.

Gli scienziati di Princeton hanno infatti scoperto che in prossimità dei termitai si concentrano diverse piante, anche in quegli ecosistemi più esposti ai fenomeni di desertificazione come ad esempio le savane e le praterie africane, ma anche in Sud America e in Asia. Questo fenomeno avviene graize alle capacità ingegneristiche delle termiti, che per costruire le loro fortificazioni, sopostano decine di chili di terreno. E’ proprio la complessa architettura delle gallerie sotterranee che crea il terreno adatto alla crescita delle piante.

Questa capacità di essere una buona barriera ai cambiamenti climatici propria dei termitai avviene anche in assenza di piante, e lo spiega chiaramente Corina Tarnita, biologa e autrice dello studio: “Anche nelle condizioni più ostili, dove la vegetazione scompare dai termitai, il reinsediamento delle piante è più semplice. Finché sono presenti i termitai, l’ecosistema ha più possibilità di ritrovare un equilibrio”. E’ questo il “segreto” grazie a cui “la vegetazione in corrispondenza dei termitai resiste più a lungo e muore più lentamente”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie