UE: nuovi Strumenti Finanziari per Progetti sull’Efficienza Energetica

Con l’obiettivo di incoraggiare il settore privato a partecipare a progetti che favoriscano le priorità europee su clima, mantenimento del patrimonio naturale e della biodiversità, da Bruxelles arrivano due nuovi strumenti finanziari.
A lanciarli la Commissione e la Banca europea per gli investimenti (Bei) e sono rispettivamente: il Private Finance for Energy Efficiency (PF4EE) e il Natural Capital Financing Facility(NCFF), attraverso cui incoraggiare le banche locali in un certo numero di Paesi europei a concedere maggiori prestiti in questi settori, sia alle aziende che ad enti privati, garantendo da un lato interessi molto bassi e a lunga scadenza e dall’altro protezione dal rischio di credito per gli intermediari finanziari.

Nel dettaglio: il Natural Capital Financing Facility prevede finanziamenti di 100-125 milioni di euro fra 2015 e 2017, di cui 60 milioni di euro dal programma europeo Life Plus. Mentre il Private Finance for Energy Efficiency prevede di sbloccare 500 milioni di euro di prestiti a partire da 80 milioni di euro da Life Plus a garanzia del rischio del credito.

Secondo quanto dichiarato dal vicepresidente della Bei, Jonathan Taylor: “aumentare il coinvolgimento del settore privato nel finanziamento in questo settore è fondamentale per affrontare sfide di questa portata”. Miguel Arias Cañete, commissario al Clima e Energia spiega: “Con questi nuovi strumenti finanziari, stiamo mettendo i soldi dove è più importante”. Ed ha aggiunto: “i nuovi strumenti sbloccheranno investimenti significativi sia pubblici che privati in settori strategici quali l’efficienza energetica e la protezione del clima”. Si tratta, continua: “di un contributo alla protezione del clima e al risparmio energetico per i nostri cittadini, allo scopo di rendere l’Europa meno dipendente dalle importazioni di energia”, e questo “è lo scopo dell’Unione energetica”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie