Apple Watch, quando l’alta tecnologia è ai nostri polsi

Apple Watch, il primo dispositivo indossabile prodotto dall’azienda di Cupertino, l’orologio intelligente da abbinare all’iPhone 5, 5c, 5s, 6 e 6 Plus. Con Apple Watch si potranno ricevere ed effettuare chiamate, inviare o leggere sms ed email, visualizzare le notifiche e scattare foto. La vera novità è che sarà possibile telefonare anche senza iPhone se ci si trova in prossimità di una rete Wi-Fi. I contenuti dell’iPhone saranno a portata di polso, e più orologi potranno essere collegati fra loro. Apple Watch indicherà anche l’ora, e l’azienda di Cupertino dice che il suo smartwatch è in grado di farlo particolarmente bene, con un margine di errore di massimo 50 millisecondi rispetto allo UTC (Universal Time Standard).

Il dispositivo utilizza a piene mani la funzionalità Force touch che riconosce un tocco normale sul display da uno più deciso. Sul display è possibile ricevere qualsiasi tipo di notifica, ma ovviamente a disposizione ci sono un sacco di app (Twitter, Instagram, Shazam e molte altre), Siri e sarà possibile pagare con Apple pay appoggiando semplicemente il Pos sul display dello smartwatch. Grazie a Passbook salva in un’unica posizione carte d’imbarco o biglietti del cinema, con due colpi sul display chiami il driver di Uber e volendo puoi anche aprire il garage o la camera dell’albergo.

La salute a portata di polso. Oltre a rilevare il battito cardiaco, il Watch di Cupertino offre anche una lista di app per monitorare una serie di parametri e ogni tanto è capace anche di mandarti un messaggio, che probabilmente dopo un po’ diventa fastidioso, dicendoti di alzarti in piedi e andare a fare due passi. Tutte le app saranno disponibili con iOs 8.2 disponibile da oggi, mentre l’autonomia della batteria è di 18 ore.

Realizzato in acciaio inox, alluminio anodizzato e oro a 18 carati, lo smartwatch di Apple offre la possibilità di personalizzare al massimo il display e grazie alla funzionalità Digital touch permette di disegnare sul quadrante e in tempo reale di mostrare il disegno a un tuo contatto.

Ma veniamo alle funzinalità  del gioiellino di Apple.
Chiamate: Apple Watch permette di effettuare chiamate in vivavoce sfruttando microfono e altoparlante. Non essendo dotato di alloggiamento SIM, la feature è disponibile solo in abbinato a un iPhone;
Messaggi: è possibile partecipare a conversazioni iMessage o inviare SMS dallo schermo del device, sempre in abbinato a un melafonino. Per inserire il testo si ricorre alla dettatura vocale, l’unica tastiera disponibile è quella delle emoji;
Mail: similmente ai messaggi, si possono controllare le proprie mail, a cui rispondere sempre con la dettatura vocale;
Mappe: sono presenti delle mappe molto simili a quelle di iOS 8 e OS X Yosemite, tenendo presente come la funzione necessiti della localizzazione GPS di iPhone per operare correttamente. Allo stesso modo, è possibile attivare un navigatore passo-passo;
Fitness: l’orologio intelligente può suddividere le attività salutari in esercizi di fitness o veri e propri workout. Monitora il movimento, la quantità e la qualità delle attività giornaliere e stimola a non essere troppo sedentari con degli speciali avvisi. Può inoltre tener traccia delle sessioni di cardio o di allenamenti intensivi come la corsa o la ciclette, calcolando frequenza cardiaca e calorie bruciate;
Condivisione Digital Touch: gli Apple Watch possono comunicare fra di loro con un sistema non solo innovativo, ma anche particolarmente sensoriale. Richiamando il contatto con l’apposito pulsante laterale, è innanzitutto possibile disegnare a schermo una sorta di messaggio da inviare all’interlocutore: una lettera, uno smiley, un breve disegno. Vi sono poi delle comunicazioni più emozionali: con un tocco si può far capire a una persona di averla pensata, mentre mantenendo premute due dita sullo schermo si invia al partner il proprio battico cardiaco, che verrà fedelmente riprodotto dal ricevente grazie al motore di feedback tattile. Per i più esigenti, infine, vi è la possibilità di utilizzare Apple Watch come un improvvisato walkie talkie;
Rullino fotografico e camera: accedendo alle fotografie di iOS 8, ci si ritroverà di fronte a un mosaico. Con la corona digitale basta effettuare lo zoom per ingrandire ognuna di queste fotografie. Inoltre, vi è la possibilità di comandare alla distanza la fotocamera posteriore del melafonino;
Meteo, calendario e Passbook: così come evidente dalla schermata iniziale, lo smartwatch può accedere facilmente a tutte le informazioni memorizzate su Meteo, Calendario e Passwork, anche da iCloud;
Personalizzazione e glance: l’interfaccia di Apple Watch può essere altamente personalizzata, per mostrare quadranti secondo il proprio umore in base a colori o design preimpostati, dalle classiche lancette alle immagini spaziali, passando per Topolino. Le funzioni glance permettono di impostare delle schermate di informazioni, dal meteo ai fusi orari, da visualizzare semplicemente scorrendo le dita dal basso verso l’alto sul display.

Disponibile in tre versioni, Sport, Siver e Space grey, costerà 349 dollari per il modello Sport da 38 mm e 99 per quello da 42 mm. Il modello in acciaio inox va da 599 a 1099 dollari per il modello da 42 mm e da 549 a 1049 per quelli da 38 mm. E poi c’è la Apple Watch Edition dal modico prezzo di diecimila dollari in prevendita dall’11 aprile e in vendita dal 24. Secondo Strategy Analytics la Mela venderà 15,4 milioni di pezzi sbaragliando la concorrenza visto che nel 2014 in totale sono stati venduti in totale 4,6 milioni di pezzi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie