In Cile è allarme, dopo 15 anni di inattivita’ il vulcano Villarica ha eruttato nel cuore della notte -video

In Cile è allarme rosso, dopo 15 anni di inattivita’, il vulcano Villarica ha eruttato nel cuore della notte con una massiccia colonna di fumo e una violenta esplosione di lava che ha raggiunto i 3 chilometri. E’ iniziata l’evacuazione preventiva di circa 3.300 persone che vivono nei pressi del vulcano Villarica, 760 km a sud di Santiago. L’eruzione ha avuto inizio intorno alle 3 del mattino (le 7 in Italia), con una massiccia colonna di fumo e una violenta esplosione di lava, che ha raggiunto i tre chilometri di altezza.

Il ministro cileno degli Interni, Rodrigo Penalillo, ha informato che quattro ore dopo l’inizio dell’eruzione sono stati osservati enormi fiumi di lava che scendono dal vulcano verso la zona di Currarehue e varie strade locali sono state chiuse al traffico. Il Villarrica, che si eleva fino a una quota di 2.847 metri sul livello del mare, è uno dei vulcani più attivi del subcontinente sudamericano.

Secondo gli esperti, al momento il vulcano “rimane instabile” ed è possibile che qualcosa di simile a quanto avvenuto si ripeta nelle prossime ore”. Le ceneri, al momento, non hanno disturbato le rotte dei voli come avvenuto nel 2011, quando il gigantesco ‘pennacchio’ di fumo del vulcano Puyehue paralizzo’ l’attivita’ aerea per mesi

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie