Enel a Expo 2015: il padiglione é firmato da Piuarch – video

La “condivisione dell’energia” è questo il concetto che Piuarch ha voluto esprimere per creare il Padiglione Enel per Expo 2015. E la particolare idea di Piuarch non è passata attraverso il classico “edificio contenitore”, ma realizzando un volume virtuale costituito da 650 elementi verticali in policarbonato, illuminati, in costante divenire e generati da una griglia.

La superficie complessiva del padiglione è di 900 mq. ed elemento fondamentale della struttura è la griglia visibile a terra. Essa è composta da una rete, realizzata con elementi metallici contenenti la distribuzione dell’elettricità e il flusso dei dati. Il risultato è quello della condivisione dell’energia. La Smart Grid si sviluppa a filo del pavimento e in essa si incastrano i vettori, ossia le terminazioni nervose del sistema. Costituiti da tubi in policarbonato trasparente del diametro di 150 mm e di altezze variabili tra 5,30 e 7 metri, i vettori danno vita a un bosco virtuale illuminato attraverso una serie di lampade a Led poste sulla griglia. E per i visitatori sarà un continuo divenire di sensazioni mutevoli legate al punto in cui si troveranno, ma anche legate ai loro movimenti.

E’ presente anche un aspetto ludico nel progetto, che dà la possibilità ai visitatori di inoltrarsi nel “bosco” per relazionarsi con i vettori attraverso momenti luminosi e sonori a sorpresa. Protagonista del padiglione anche il “verde”, grazie alla presenza di numerosi tipi di piante ed essenze appartenenti al “giardino mediterraneo”. Nel padiglione i visitatori saranno condotti nel bosco virtuale e in quello naturale, attraverso un passaggio sopraelevato costituito da una passerella di legno coperta da una pensilina in vetro serigrafato, che da un lato protegge dalla pioggia, dall’altro determina spazi d’ombra. Presente anche un impianto di nebulizzazione e una melodia diffusa. Infine, sono i pannelli fotovoltaici posti sui volumi del padiglione ad alimentare con la loro energia, tutto il sistema.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie