Internet Explorer addio, dopo 20 anni di onorato servizio la Microsoft volta pagina

Internet Explorer va in pensione. Dopo 20 anni di onorato servizio( 1995- 2015) la Microsoft volta pagina e, con l’arrivo nella seconda metà dell’anno del sistema operativo Windows 10, vuole lanciare un nuovo browser (nome in codice Project Spartan) che promette di rivoluzionare la navigazione online. La notizia arriva dalla conferenza Microsoft Convergence del 15 marzo. Internet Explorer, un tempo sinonimo di browser, è caduto sempre più nell’oblio con la crescita di concorrenti come Firefox e Chrome nonché delle loro versioni mobile.

Con Spartan – come riportato da Financial Times -, Microsoft spera di colmare le debolezze di Explorer e dar vita a un browser che di adatta meglio alla vita digitale vissuta su vari dispositivi. Nonostante sia stato una volta amato da quasi un miliardo di persone, Explorer non sembra essere piu’ adatto alla nuova generazione. ”Nella guerra del futuro, che e’ il mobile, stanno perdendo. Nessuno scarica Internet Explorer sui propri dispositivi mobili” affermano alcuni analisti. Microsoft non e’ infatti stata in grado di rendere Internet Explorer parte integrante della vita quotidiana: ”non piace”, viene usato solo perche’ e’ preimpostato sui computer e perche’ il suo uso e’ imposto dalle aziende.

Lanciato negli anni Novanta, Explorer è nato come concorrente di Netscape, offrendolo gratuitamente con il sistema operativo Windows. In soli tre anni Microsoft era riuscita nel suo obiettivo, con Internet Explorer che rappresentava il 95% dell’uso di browser. Ma gli anni a seguire, come detto, non si sono rivelati altrettanto positivi. il crollo è cominciato con Explorer 6, definito uno dei peggiori prodotti tecnologici mai messi sul mercato. Nel prossimo futuro il brand Internet Explorer sopravviverà (anche se per un tempo limitato) ma rimarrà attivo solo per alcuni clienti business che potrebbero avere problemi di compatibilità. È probabile che il nuovo browser conterrà nel suo nome il brand Microsoft, una mossa di marketing per aumentare la riconoscibilità del marchio e chiudere la stagione di Explorer.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie