Leucemia: Cellule malate si trasformano in Cellule buone

Nuove speranze per i malati di leucemia grazie a ciò che hanno scoperto i ricercatori nei laboratori di Stanford, Stati Uniti, è davvero sorprendente. La scoperta è avvenuta proprio durante un normale trattamento delle cellule cangerogene leucemiche, infatti, come è noto, la leucemia è un tumore che crea un numero eccessivo di globuli bianchi incompleti (e per questo motivo dannosi) che nel tempo uccidono l’organismo.

Ma cosa hanno scoperto i ricercatori? Per studiare le cellule cancerose i lteam aveva preparato delle colture e nutriva le cellule attraverso preparati e sostanze con l’obiettivo di vedere come si comportavano. Le sotanze nutrivie somministrate sono state date senza un particolare criterio. Osservandone il comportamento gli scienziati hanno notato che i globuli bianchi difettosi si trasformavano in macrofagi, cioè le cellule “spazzine” innocue e benefiche. Ligie al loro comportamento i macrofagi hanno iniziato ad ingoiare tutto anche quelle malate che non avevano avuto la mutazione. Conclusione: le cellule del cancro si sono trasformate nelle nemiche principali del cancro stesso.

Che questo tipo di trasformazione potesse avvenire era cosa risaputa, o meglio che fosse possibile indurre tali cellule a fare questo tipo di cambiamento, ma l’eccezionalità della scoperta sta appunto nel fatto che in questo caso le cellule si sono trasformate in cellule innocue da sole, in maniera spontanea. E’stato Scott McClellan, giovane ricercatore e scoprirlo, è stato lui infatti ad nutrire le cellule malate con un preparato proteico che ha innescato la trasformazione. Il preparato è un cocktail di proteine che sono capaci di legarsi a precise sequenze di DNA e neutralizzano la parte negatica della cellula malata. E’ questa speriamo una nuova base di partenza per la cura non solo delle leucemie, ma anche di altre malattie.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie