Solar Impulse 2, la Cina protagonista della sesta tappa di viaggio

Solar Impulse 2 è decollato lunedì 9 marzo, da Abu Dhabi, per farvi ritorno tra cinque mesi dopo aver sorvolato il globo, si prepara per all’arrivo in Cina. L’aereo alimentato a energia solare, ieri sera e’ atterrato nell’aeroporto di Ahmadabad, in India. La Cina sara’ protagonista della 6a tappa di viaggio di Solar Impulse 2, ovvero la tratta che collega la metropoli del sud-ovest cinese di Chongqing alla citta’ di Nanchino, nella Cina orientale.

I 1.190 chilometri saranno coperti in un viaggio della durata prevista di venti ore. L’arrivo a Chongqing dell’aereo in grado  percorrere lunghe distanze senza utilizzare nemmeno una goccia di energia fossile, e’ previsto per la seconda quindicina del mese di marzo. “Queste due importanti citta’ cinesi – si legge sul sito web dedicato al viaggio dell’aereo ecologico – daranno l’opportunita’ a Bertrand Piccard e Andre’ Borschberg di entrare in contato con scuole e universita’ per diffondere il valore delle tecnologie pulite”.

Il Chongqing Economic Times riporta, la tappa cinese Chongqing – Nanchino e’ stata scelta per fattori geografici e meteorologici, anche se permangono ancora incertezze sull’accoglienza che ricevera’ il velivolo. “Siamo stati informati,ma non abbiamo ancora contattato la controparte – hanno dichiarato le autorita’ aeroportuali di Chongqing – Al momento, la situazione non e’ ancora molto chiara”. Dopo le tappe a Chongqing e Nanchino, l’aereo a zero emissioni ripartira’ per la tappa piu’ impegnativa, quella del sorvolo dell’Oceano Pacifico, fino all’arrivo nelle Hawaii, per un totale di 8.172 chilometri e 120 ore di volo stimate.

“Questo volo sopra il Pacifico – spiegano gli organizzatori – e’ un’impresa di resistenza per il pilota e per il team di supporto che monitora costantemente la rotta di Si2”. La Cina sta seguendo con attenzione il viaggio di Solar Impulse 2, in relazione soprattutto ai nuovi campi di utilizzo del fotovoltaico. L’interesse cinese per le applicazioni delle nuove tecnologie applicate al solare e’ stato sottolineato nei giorni scorsi dallo stesso Li Hejun, durante i lavori della Conferenza Consultiva Politica del popolo – l’organo consultivo dell’Assemblea Nazionale del Popolo – di cui fa parte lo stesso imprenditore a capo di Hanergy, il gruppo attivo nel fotovoltaico che si sta imponendo come il piu’ attento all’applicazione delle nuove tecnologie al solare. LI Hejun aveva annunciato a fine gennaio la decisione del suo gruppo di procedere alla realizzazione di auto a energia solare in partnership con altre aziende del settore, sia locali che straniere, senza fornire ulteriori dettagli.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie