Expo Milano 2015: Clima e sicurezza alimentare, Martina e Ministro francese Le Foll firmano dichiarazione

Il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che si è svolto oggi ad Expo l’incontro tra il ministro Maurizio Martina e il suo omologo francese Stéphane Le Foll.

Nel corso dell’incontro i due ministri hanno firmato una dichiarazione congiunta sul tema della sicurezza alimentare e sul rafforzamento della lotta contro i cambiamenti climatici. Nel documento, i ministri rivolgono un appello alla comunità internazionale per raggiungere un accordo ambizioso, equo ed universale sul clima, per preservare il pianeta e ridurre la fame e la povertà, in particolare nelle zone rurali.

Martina e Le Foll chiedono a tutti gli Stati di lavorare concretamente nella lotta contro il cambiamento climatico, la fame e la malnutrizione, tramite metodi agricoli che permettano di aumentare la produzione e di ridurre le emissioni di gas a effetto serra, promuovendo politiche volte a proteggere i suoli e ad aumentare il loro contenuto in CO2. L’obiettivo è di far crescere il contenuto in sostanza organica dei suoli del 4 per 1000, che consentirebbe non solo di aumentare considerevolmente lo stoccaggio del biossido di carbonio (CO2) e di lottare contro il cambiamento climatico, ma anche di migliorare la fertilià dei suoli grazie all’adozione di metodi di lavoro più rispettosi dell’ambiente e dei luoghi.

I due Ministri dell’agricoltura propongono inoltre che gran parte del Fondo verde, che riunirà i contributi degli Stati più ricchi del pianeta per finanziare la transizione energetica dei paesi meno avanzati, ma anche del Fondo d’adattamento, e dei 100 miliardi di dollari erogati a partire dal 2020, sia dedicato al finanziamento di politiche che consentiranno agli agricoltori dei paesi del Sud di prepararsi meglio e di adattarsi al cambiamento climatico. Il lavoro contenuto nel documento della dichiarazione firmata da Martina e Le Foll si inserisce nel solco tracciato con la Carta di Milano

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie