Abbassa la bolletta 2015: l’asta vinta con ribassi mai visti

Con oltre 46mila utenti aderenti al nuovo gruppo d’acquisto nazionale sull’energia, Abbassalabolletta, si è tenuta l’asta tra fornitori, con ben 14 big player a contendersi la miglior offerta. Le proposte vincenti sono di gran lunga le migliori del mercato: aggregando luce e gas, si ottiene un risparmio medio di ben 270€, rispetto alle tariffe di maggior tutela; si risparmiano 100€ rispetto alle migliori tariffe del mercato libero.

L’asta è durata circa 4h e 30’, un tempo lunghissimo costellato di 42 rilanci complessivi da parte di ben 14 fornitori. Si sono aggiudicate le offerte:

Trenta – Gruppo Dolomiti Energia per la categoria Energia elettrica monoraria – con un risparmio annuo di 20€, pari al 4,3% rispetto al leader di mercato e di 72€, il 13,9% rispetto alla tariffa di maggior tutela in vigore dal 1° ottobre (su un profilo di consumo medio di 2.700 kWh annui);
Trenta – Gruppo Dolomiti Energia per la categoria Energia elettrica bioraria – con un risparmio di 21€, il 4,5% rispetto al leader di mercato e di 73€, il 14% rispetto alla tariffa di maggior tutela in vigore dal 1° ottobre (profilo di consumo medio di 2.700 kWh annui);
Engie per la categoria Gas – con un risparmio di 80€, l’8,2% rispetto al leader di mercato e di 200€, il 18 % rispetto alla tariffa di maggior tutela in vigore dal 1° ottobre (profilo di consumo medio di 1.400 mc annui).

Con il Gruppo d’acquisto Abbassalabolletta Altroconsumo sta sperimentando da tre anni  una nuova modalità di partecipazione alla dialettica domanda-offerta, dove finalmente i consumatori, insieme, sono al centro della dinamica negoziale, uscendone vincitori. Una dinamiche virtuosa anche per gli effetti calmieranti sul mercato, nel tempo. In un confronto sui tre anni la spesa annua per la categoria gas nelle tre edizioni di Abbassalabolletta con il meccanismo dell’asta e dell’offerta vincitrice l’organizzazione dei consumatori è riuscita a portare un risparmio significativo e ha indotto i fornitori partecipanti a stressare i prezzi verso il basso. La differenza tra la spesa per la prima edizione e quella attuale è di 150 euro, pari a circa il 14%.

Anche nel mercato luce effetto virtuoso: nella prima edizione 2013 di Abbassalabolletta la stima della spesa era pari a 513€, mentre oggi, ottobre 2015, la spesa prevista è di 442€, cioè – 71€, con un risparmio,  del 14% circa. Incentivare una concreta concorrenza, capire la reale convenienza delle offerte e evitare trappole: il gruppo d’acquisto Abbassalabolletta è per l’utente che vuole scegliere, invece che essere scelto. Con Altroconsumo al suo fianco.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie