Key Wind, il mondo dell’eolico torna protagonista a Rimini Fiera

Torna anche quest´anno Key Wind, la manifestazione di Rimini Fiera dedicata al mondo dell’ eolico, giunta alla sua terza edizione. L’evento è come sempre organizzato in collaborazione con ANEV, l´Associazione Nazionale Energia del Vento. Dal 3 al 6 novembre a Rimini Fiera, all´interno di Ecomondo e Key Energy, le aziende dell’intera filiera (meccanica, componentistica e operation&maintenance) metteranno in mostra le proprie tecnologie e si confronteranno in numerosi convegni e workshop.

Saranno presenti, tra gli altri, Ergo Wind, che propone un nuovo modello di generatore eolico da 60 kW completamente prodotto in Italia e nato da una versione preesistente, con diversi anni di attività collaudata; Northern Power, che mette in mostra la sua turbina eolica NPS 60-24, con potenza nominale di 60 kilowatt e un rotore da 24,40 metri, in grado di produrre elevate quantità di elettricità e generare importanti flussi di reddito; Rago Wind, divisione della Rago Green Power Technology, azienda lucana interamente dedicata alla realizzazione “chiavi in mano” di impianti eolici; infine Senvion, uno dei maggiori produttori mondiali di turbine eoliche, presenterà la sua turbina onshore ad alto rendimento Senvion 3.4M140, dotata di un nuovo sistema di controllo del passo per ridurre il carico della turbina.

A Key Wind sarà allestita una mostra fotografica, ´Buon vento´ di Patrizia Traverso, artista genovese che da anni si dedica professionalmente alla fotografia, sua passione di sempre, dopo aver a lungo lavorato nell´editoria e nell´arredamento. La mostra è a cura di Erg Renew.

Ricca e interessante anche la convegnistica di Key Wind. Il ruolo dell´energia eolica nell´ambito della Conferenza sul Clima di Parigi e il futuro per il settore in attesa del decreto sugli incentivi alle rinnovabili elettriche non fotovoltaiche sono tra i temi principali degli incontri organizzati da ANEV. Tra questi ricordiamo ´Il valore dell´energia eolica per frenare il cambiamento climatico. Guardando alla Conferenza di Parigi sul Clima . COP 21´, che si svolgerà mercoledì 4 novembre (ore 10.30-13.00 Sala Diotallevi 1, Hall Sud). Le tematiche saranno affrontate da panel di relatori ed esperti qualificati tra i quali il presidente di ANEV Simone Togni, che introdurrà i lavori, Gianni Girotto, Portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle, diversi esponenti del Governo, Davide Valenzano, Responsabile Unità attività regolatorie e monitoraggio GSE, Rocco Colicchio, Commissario di AEEGSI, Giovanni Battista Zorzoli, Presidente Onorario FREE, Maria Grazia Midulla, Responsabile Clima ed Energia WWF Italia, Pippo Onufrio, Presidente Greenpeace Italia e Fabio Bulgarelli di Utilitalia.

Sempre il 4 novembre, si terrà un altro incontro organizzato da Anev, dal titolo ´Energia eolica: le soluzioni per rispondere in modo efficiente al nuovo quadro normativo´ (ore 15.00 Sala Diotallevi 1, Hall Sud) che vedrà la partecipazione di Christof Stork DNV GL, Luciano Barra, Capo segreteria tecnica dipartimento energia Ministero Sviluppo Economico, Chiara Vergine di Terna, Edoardo Zanchini, Vicepresidente di Legambiente, Edo Ronchi, Presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile. A seguire si terrà una tavola rotonda le cui conclusioni sono affidate al segretario scientifico di Anev Luca di Carlo.

Ancora di eolico e, in particolare, della proposta di rinnovamento del parco di generazione, si parlerà nell´incontro in programma martedì 3 novembre (ore 14.00 – Sala Ravezzi 2, Hall Sud), dal titolo ´Il rinnovamento del parco eolico italiano. Ambiente, paesaggio ed efficienza. Verso la ´Carta della sostenibilità´ a cura di E2i, EGP, ERG, IVPC, Legambiente, ANCI nel corso del quale sarà sottoscritta dagli operatori, da Legambiente ed ANCI, la ´Carta della sostenibilità´. Venerdì 6 novembre (ore 9.30 – Sala Mimosa pad.B6) si parla de ´Le nuove sfide del minieolico´ organizzato dal CPEM (Consorzio produttori energia minieolico). Si discuterà delle complesse sfide tecnologiche, normative e finanziarie del settore, ma anche della prospettiva di sviluppo estero dell´industria.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie