Google raddoppia l’impiego di energia rinnovabile

Google raddoppia l’impiego di rinnovabili per alimentare i suoi data center. “Oggi annunciamo la più grande operazione di acquisto di energie rinnovabili mai realizzata da un’azienda che non sia una utility” annuncia Urs Hölzle, Senior Vice presidente Technical Infrastructure di Google. “Google si è già impegnata ad acquistare energia rinnovabile più di qualsiasi altra azienda ma oggi, grazie a una serie di nuovi progetti eolici e fotovoltaici in tutto il mondo, siamo ancora più vicini al nostro impegno di triplicare gli acquisti di energia rinnovabile entro il 2025 e all’obiettivo di alimentare il 100% delle nostre attività con energia pulita” afferma Hölzle che ha appena postato la notizia.

“Gli accordi che annunciamo oggi -evidenzia- aggiungeranno ulteriori 842 megawatt di capacità da energie rinnovabili per alimentare i nostri data center, quasi raddoppiando la quantità di energia rinnovabile acquistata fino ad oggi. Ora siamo a 2 gigawatt, che equivalgono a togliere quasi 1 milione di automobili dalla strada. Questi ulteriori 842 megawatt provengono da varie località e da tecnologie diverse, da un parco eolico in Svezia a un impianto solare in Cile”. Questi contratti a lungo termine, sottolinea Hölzle, “hanno una durata tra i 10 e 20 anni e garantiscono la sostenibilità finanziaria e le dimensioni necessarie per costruire queste strutture, rendendo così possibile alimentare la rete delle zone coinvolte con energie rinnovabili. Questi contratti non solo contribuiscono a minimizzare l’impatto ambientale dei nostri servizi, ma hanno anche senso dal punto di vista del business in quanto ci assicurano buoni prezzi”.

E ricorda l’impegno del gigante del web per un futuro energetico sostenibile. “Sin da quando abbiamo aperto il primo data center di nostra proprietà, nel 2006, ci siamo impegnati a promuovere l’uso delle energie rinnovabili e sostenibili in diversi modi: primo, stiamo costruendo l’infrastruttura informatica più efficiente del mondo, progettando i nostri data center affinché utilizzino meno energia possibile, secondo, stiamo supportando lo sviluppo dell’industria delle rinnovabili grazie al nostro impegno”. “La scorsa estate -spiega ancora- abbiamo annunciato che il nostro nuovo data center verrà realizzato al posto di una centrale a carbone che sta per essere chiusa e sarà alimentato al 100% da energie rinnovabili sin dal primo giorno”. Infine”oltre agli sforzi per alimentare le nostre attività con energia rinnovabile, abbiamo stipulato accordi separati per finanziare con 2,5 miliardi di dollari 22 progetti di rinnovabili su larga scala negli ultimi 5 anni, dalla Germania al Kansas al Kenya”.

“Sono investimenti -osserva Hölzle- fatti in alcuni dei progetti di rinnovabili più ampi e trasformativi del mondo e hanno l’obiettivo di contribuire ad accelerare rapidamente lo sviluppo delle energie rinnovabili, tanto come clienti quanto come investitori, e abbassare i costi per tutti”. “Stiamo anche lavorando -anticipa il top manager del colosso di internet- a nuove tecnologie e nuove idee, che spaziano da Project Sunroof a Makani Power fino al monitoraggio della qualità dell’aria e che speriamo possano rendere un futuro con energie più pulite un’opzione per molte più persone”. “Con i leader mondiali riuniti a Parigi per la Conferenza COP21 questa settimana, ci sembra che non ci sia momento migliore per concentrarsi sulle energie rinnovabili. Ci auguriamo -conclude- che il nostro impegno possa avere una piccola parte nell’accelerare l’impegno di tutti per risolvere il problema del cambiamento climatico.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie