“Sterminata Bellezza” premiati a Milano i vincitori da Legambiente e Comieco

Aver salvato un’area agricola di pregio dal progetto di espansione urbanistica, la realizzazione di un progetto ecosostenibile per un nido d’infanzia, o la creazione di giocattoli con materiale riciclato con la collaborazione dei bambini. Queste sono solo alcune delle motivazioni protagoniste, a Milano, della premiazione di “Sterminata Bellezza” il Premio di Legambiente che mira a valorizzare la bellezza del nostro territorio anche con creatività.

Un andare in senso inverso al “brutto” che negli ultimi anni ha cambiato il territorio del Bel Paese per ritornare sulla strada maestra della bellezza. Il premio, che vede la collaborazione di Comieco, Symbola e il Consiglio nazionale degli Architetti si è tenuto oggi nel capoluogo lombardo alla presenza, tra gli altri, di Barbara Meggetto, Presidente Legambiente Lombardia, Paolo Artoni, Vice Presidente centro socio culturale Stecca 3.0, Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco, dell’Architetto Stefano Boeri, di Vanessa Pallucchi, Responsabile Cultura e territorio di Legambiente, Chiara Bisconti, Assessora al Benessere, qualità della vita e sport di Milano, Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Nazionale Legambiente. “La bellezza è il meglio della nostra identità – ha sottolineato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza -. E’ la chiave per immaginare un futuro oltre la crisi, è la speranza che tutto possa migliorare, l’obiettivo cui tendere per il recupero intelligente dei territori abbandonati, per la riqualificazione delle nostre periferie, per promuovere il turismo responsabile e sostenibile.”

Cinque in tutto i premi assegnati. Il Primo Premio è stato assegnato a Isabella Conti, sindaca di San Lazzaro (Bo), in difesa della bellezza del territorio. La sindaca di San Lazzaro aveva mantenuto una promessa fatta in campagna elettorale, vale a dire un’area agricola di pregio a San Lazzaro di Savena è stata graziata da un progetto urbanistico, oltre alla promozione della cultura circa la salvaguardia del suolo per il futuro dell’edilizia insieme alla rigenerazione urbana. Al progetto Nido d’infanzia di Guastalla (RE) di Mario Cucinella Architects srl., è toccato il premio Speciale Sterminata Bellezza.

Il progetto, che prenderà il posto di due nidi comunali dell’infanzia rovinati dal terremoto del maggio 2012, vede posto in essere un complesso scolastico ad alto contenuto tecnologico, sicuro, efficiente dal punto di vista energetico, vivibile ed ecosostenibile. Inoltre, è presente lo stimolo alla creatività, con la presenza della struttura interna ispirata alla balena di Pinocchio. Toyssimi (Milano) ha meritato il premio per la Bellezza dei Gesti, in collaborazione tra la Scuola Tam Tam e il Vespaio, ha vinto il progetto con il quale 100 bambini creano assieme a 100 designer il giocattolo dei loro sogni

. Il premio per la Bellezza dei luoghi è stato vinto dall’Associazione Culturale Grisù (Ferrara), per il merito di aver stabilito una giusta connessione tra le richieste delle imprese e delle associazioni che hanno bisogno di spazi e sedi con le amministrazioni che hanno a disposizione edifici dismessi da ristrutturare e utilizzare. Infine, a Efesti – Art Makers Store (Bologna) è stato conferito il premio Bellezza degli Oggetti, per essere un e-commerce che rappresenta un punto di incontro tra uomo, lavoro e ambiente. In ultimo, per le tre Sezioni, La Bellezza dei Gesti (uno per tutti, la Comunità S. Egidio e Fondazione Memoriale della Shoah di Milano ), Luoghi e Oggetti, la giuria ha assegnato diverse menzioni speciali.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie