Ecco i 10 alimenti che possiamo mangiare anche dopo la data di scadenza riducendo gli sprechi

Buttare via gli alimenti quando arriva la loro data di scadenza è un riflesso che accomuna la maggior parte delle persone, nel dubbio che vi possano essere chissà quali danni per la salute. Quando si parla delle date di scadenza, si tende a fare spesso confusione. Secondo alcune stime, solo il 40% dello spreco alimentare in Europa avviene per mano dei rivenditori e dei consumatori. Questo significa che il 60% del cibo viene sprecato di gran lunga prima che raggiunga gli scaffali dei supermercati.

Sono molti gli alimenti che riescono a conservarsi oltre la dicitura ” da consumarsi preferibilmente entro… ” riportata sull’etichetta, come scrive ‘The Independent’, che tramite Dan Cluderay, il proprietario del sito web ‘Approved Food’ che vende a prezzi scontati cibo che ha superato la data di scadenza, ha stilato una lista di 10 alimenti che dopo la scadenza possono essere portati in tavola tranquillamente.

Scopriamo 10 alimenti che è possibile consumare anche dopo la data di scadenza riducendo gli sprechi.

1. Latte – Per comprendere quando si è arrivati “al limite”, basta seguire una semplice regola empirica: se l’odore emesso è cattivo, non va consumato.

2. Uova – Anche qui a rivelarci la scadenza “reale” è un rimedio della nonna: se immerse in una ciotola d’acqua le uova galleggiano, allora vuol dire che al loro interno si sono accumulati batteri e gas nocivi. Viceversa, se affondano, si possono ancora mangiare.

3. Cioccolato – La conservazione “prolungata” è garantita dalla quantità di zucchero contenuta nelle tavolette.

4. Yogurt – Può durare fino a sei settimane oltre la data di scadenza. Nel caso in cui si creasse uno strato di muffa, basta rimuoverla e mangiare la quantità sottostante.

5. Formaggio a pasta dura o stagionato – Anche in questo caso, in presenza di muffa, è sufficiente raschiare via la patina superficiale. Pratica assolutamente non valida per i formaggi a pasta molle.

6. Patatine – Di certo non il cibo più salutare del mondo, ma grazie alla presenza del sale la data di conservazione si prolunga ulteriormente.

7. Ketchup – Può essere consumato anche un anno oltre la data di scadenza, al patto che venga conservato “in un luogo fresco e asciutto” o in frigorifero.

8. Pane – Se appare un po’ indurito o stantio, basta riscaldarlo nel forno. A patto, però, che non presenti alcuna traccia di muffa.

9. Riso – Può durare mesi oltre la data di scadenza, anni se conservato sottovuoto.

10. Frutta e verdura – Anche in questo caso vale la regola empirica: se non c’è traccia di muffa e se gli alimenti non sono “mollicci”, allora si possono mangiare tranquillamente.

 

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie