Il carburante del futuro sarà di origine marina

Il carburante del futuro sarà prodotto grazie a un’alga marina. A confermarlo è un accordo siglato lo scorso dicembre 2015 tra la All Nippon Airways (ANA), la principale compagnia aerea giapponese, e la start-up Euglena Co.

L’Euglena Co. ha condotto nel corso del 2014 alcune ricerche scientifiche sulle alghe marine; in particolare, ha creato una miscela di carburante per autobus a base di sostanze derivanti dalle alghe, a impatto zero, con lo scopo di ridurre le emissioni inquinanti nell’aria.

Ora le ricerche della start-up hanno suscitato l’interesse della Ana Holdings, la quale ha infatti dichiarato che utilizzerà, per i propri aerei, un biofuel sperimentale composto dal 10% dall’euglena. L’euglena è una minuscola alga poco più larga di un capello da cui sarà ricavato un olio speciale adatto per i motori degli aerei e delle vetture.

L’Euglena Co., azienda che fin dalla sua fondazione nel 2005 si è sempre impegnata in progetti di alta sostenibilità per l’ambiente, ha messo a punto in questi mesi un progetto per costruire uno stabilimento a Yokohama in cui svolgere dei test scientifici sull’alga marina per produrre circa 125 litri di carburante all’anno. Un progetto ambizioso, con un investimento di circa 24 milioni di dollari, con cui intraprendere i test scientifici nel 2018 e successivamente dare avvio alla produzione vera e propria nel 2020.

Kengo Suzuki, amministratore delegato della Euglena Co., si mostra molto soddisfatto: «Abbiamo sempre puntato con orgoglio alla salute delle persone e del pianeta; sebbene sia invisibile all’occhio umano, l’euglena ha contribuito fin dal primo momento a migliorare la qualità dell’ambiente». (1)

Anche la Ana Holdings si mostra soddisfatta dell’accordo firmato. In vista delle Olimpiadi di Tokyo del 2020, l’azienda giapponese si impegna a ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente.

(1): 1 dicembre 2015, The Japan Times

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie