La perilla, un altro alimento da inserire nella lista dei super-food

È chiamata anche “jyuunin”, che in giapponese vuol dire “dieci anni”. La perilla è una pianta che allunga la vita fino a dieci anni, grazie alla grande quantità di proprietà benefiche che possiede. L’arbusto è coltivato in Giappone, in Cina, in Corea, in Vietnam e in India ed è noto anche con il nome di “basilico cinese” poiché il suo aspetto rimanda al basilico nostrano, ma dal punto di vista biologico appartiene alla famiglia delle Labiate (quella del basilico e della menta).

Gli esperti dicono che la perilla è un “super-food”, un super alimento che racchiude la maggior parte delle sostanze benefiche di cui abbiamo bisogno. È una pianta che è entrata a pieno titolo nel “cerchio magico” dei super alimenti che già conosciamo, non solo quelli più comuni (come l’aglio, le arance, i limoni, il cacao extrafondente, il peperoncino), ma anche quelli di recente scoperta (come la moringa, le bacche di Goji, i semi di Chia).

La Perilla Frutescens è conosciuta anche con il nome di “egoma” o “shiso”, a seconda della colorazione della foglie, se verdi o rosse, ed è usata in Oriente fin dai tempi più antichi, sia nella medicina tradizionale che nella cucina come condimento o accompagnamento alle pietanze. Si presenta con foglie allungate e seghettate con un aroma un po’ forte che rimanda all’anice e alla melissa.

Dai semi si ricava un olio essenziale che è la parte della pianta in cui si concentrano i valori nutrizionali. Gli acidi grassi come l’Omega3 e l’Omega6 contrastano i disturbi comuni come la diarrea, l’anemia, i reumatismi e le nevralgie, mentre l’alta percentuale di polifenoli e di vitamina E le conferiscono un’azione antiossidante che permette all’olio di rimanere limpido.

L’alta concentrazione di flavonoidi, invece, conferisce alla pianta delle proprietà anti-allergiche, utili per combattere le allergie più comuni, sia d’estate che d’inverno. Se viene assunta non dà gli effetti collaterali tipici degli antistaminici come sonnolenza e assuefazione.

Gli acidi grassi permettono di aumentare le difese del sistema immunitario e di quello cardio-vascolare, abbassando la pressione arteriosa e tenendo sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. L’olio di perilla possiede anche delle proprietà anti-età e per questo può essere usato anche nell’industria cosmetica.

In commercio la perilla si trova nelle farmacie, nelle parafarmacie e nelle erboristerie sotto forma di integratori in perle e sotto forma di olio da massaggio. Le prime possono essere assunte per contrastare la comparsa di sintomi e disturbi, l’olio invece, grazie alla sua proprietà anti-infiammatoria, può essere usato per lenire le punture di insetti.

La perilla è stata eletta super-food in modo particolare dai vegetariani e dai vegani, poiché rappresenta una fonte nutrizionale ricca e completa per l’organismo.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie