Tumore al seno: miscela di due farmaci lo cancellano in meno di due settimane

Eliminare alcuni tumori del seno in soli 11 giorni, senza piu’ bisogno della chemioterapia. Si tratta di una miscela di due farmaci che, opportunatamente dosati, riducono sensibilmente le dimensioni del cancro alla mammella o addirittura lo cancellano in meno di due settimane. Un team di ricercatori britannici, hanno presentato gli eccezionali risultati all’European Breast Cancer Conference.

I farmaci, testati su 257 donne, sono mirati verso uno specifico “punto debole” presente in 1 tumore del seno su 10. I ricercatori hanno detto che i risultati rappresentano una sorta di “trampolino di lancio” per le terapie su misura del paziente. Gli stessi studiosi non si aspettavano di ottenere risultati cosi’ sorprendenti. Stavano infatti studiando l’effetto dei farmaci sui tumori in quella breve finestra temporale che intercorre dalla diagnosi all’asportazione chirurgica. Ma al momento dell’intervento i chirurghi si sono accorti che, in alcune pazienti, non c’era nessuna traccia del cancro.

“Non ci aspettavamo di vedere una reazione così forte in un periodo così breve”, commenta la professoressa Judith Bliss, co-autrice della ricerca. E la dottoressa Samia al Qadhi, presidente di Breast Cancer Care, parla di un risultato “sbalorditivo”. Oltretutto, osservano gli esperti, la cura non causa complicazioni di altro genere, per cui nel caso in cui risulti inefficace è ancora possibile fare ricorso ai metodi tradizionali usati fino ad ora per combattere questo tipo di cancro. “Dobbiamo essere sicuri che non stiamo facendo un passo indietro e aumentando il rischio di recidiva”, ha aggiunto Bliss. Inoltre, il lavoro riguarda solo un tipo di tumore al seno. Per Arnie Purushotham di Cancer Research UK, che ha finanziato lo studio, “questi risultati sono molto promettenti se si confermano nel lungo periodo. Potrebbe essere il passo iniziale per un nuovo modo di trattare tumori al seno Her2-positivi”.

Lo studio si e’ focalizzato sulle donne con tumori grandi da 1 a 3 centimetri. In meno di due settimane il trattamento ha fatto scomparire il tumore nell’11 per cento dei casi e nel 17 per cento sono diventati piu’ piccoli 5 millimetri. Secondo i ricercatori, questo significa che alcune donne potrebbero non aver bisogno della chemioterapia. Tuttavia, occorreranno studi piu’ ampi in quanto i tumori HER2 positivi sono quelli che hanno un maggior rischio di recidiva.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie