L’eccezionale incontro in natura tra lupo e lince

Un incontro eccezionale tra il lupo e una famiglia di linci nelle foreste europee: le immagini rarissime sono state catturate in un video pubblicato oggi dal WWF.  Entrambi questi predatori sono stati fino a pochi anni fa sull’orlo dell’estinzione, ma oggi  grazie alle importanti misure di protezione,  corrono meno rischi.

Il ritorno della fauna selvatica in Europa, secondo il WWF, testimoniato da queste immagini è un segnale inconfutabile del recupero della funzionalità di ecosistemi sani e in equilibrio che dovrebbero tuttavia essere protetti con rinnovato impegno. Il video mostra questi due grandi carnivori che si incontrano nelle foreste innevate dei Carpazi in Polonia ed è stato prodotto dal video-fotografo Zenon Wojtes che ha commentato l’episodio come unico nel suo genere. “Osservare linci e lupi selvatici nel loro habitat naturale è molto difficile e assai raro. Trascorro spesso mesi a temperature sotto zero per riprendere gli animali in natura ed è la prima volta che mi imbatto in una cosa del genere”. “Questa scena mostra l’armonia che esiste in natura dove predatori diversi possono condividere lo stesso habitat.  Nel momento in cui il lupo lentamente avanza verso la femmina di lince lei inarca la schiena per proteggere i piccoli, come farebbe una qualunque madre. Ma non avviene nessuno scontro: il lupo non sembra avere alcun atteggiamento di predazione”.

Le popolazioni di lince europea e di lupo si erano quasi estinte in alcune zone d’Europa tanto da rendere necessaria la loro protezione con le Direttive Europee per la conservazione della Natura e con progetti mirati di conservazione.  In base alle stime del WWF in Polonia ci sono oggi circa 1000 lupi e 200 linci. Secondo Andreas Baumuller responsabile dell’unità biodiversità dell’ufficio WWF europeo il ritorno di questi splendidi animali è un successo enorme dopo anni di sforzi di conservazione. ” Non possiamo permetterci di perderli. Sono specie chiave per gli equilibri dei nostri ecosistemi.  I capi di  governo hanno la responsabilità di garantire che la natura abbia la protezione degli spazi necessari per continuare a mantenere ecosistemi sani cruciali per le nostre vite e il nostro benessere”.

L’Italia ha un ruolo fondamentale per la conservazione dei Grandi carnivori europei ¬– Lupo, Lince e Orso bruno – Il Lupo in grande ripresa è tornato sulle Alpi partendo dai nuclei storici dell’Appennino, l’Orso bruno sopravvive nell’areale storico dell’Abruzzo e, grazie al progetto di reintroduzione è tornato sulle Alpi, infine la Lince ancora stenta a recuperare il suo spazio e resta isolata in Piemonte, nel Tarvisiano e in poche altre aree.

Incontri speciali anche in Italia – Lupo e orso in Abruzzo. In questi giorni un attivista storico del WWF – Massimo Pellegrini – ha immortalato una situazione simile sulle montagne dell’Abruzzo: un incontro tra un lupo e un orso, anche in questo caso con atteggiamenti più giocosi che aggressivi.

Il lupo è una specie ‘simbolo per il WWF Italia, che quest’anno compie 50 anni di attività: proprio negli anni ’70 fu il WWF a promuovere la prima ricerca sul campo sulla specie che rivelò un numero tanto esiguo, poche centinaia di esemplari, da mettere a forte rischio la sua sopravvivenza. Dopo un periodo di ripresa della specie e a 50 anni di distanza il lupo sta di nuovo rischiando grosso. Per salvare il lupo dagli ‘abbattimenti di Stato’  il WWF ha lanciato  quest’anno la Petizione #soslupo  wwf.it/soslupo rivolta al Ministro Galletti e al Presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome, Stefano Bonaccini, in cui si chiede di cancellare dal nuovo Piano per la conservazione e gestione del lupo l’ipotesi di uccisioni in deroga alle norme di tutela e di mettere in pratica tutte le soluzioni possibili per una convivenza con la specie.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie