“Tutti nello stesso piatto”, una cine-rassegna da non perdere

Dal 15 al 17 Aprile all’Odeon di Firenze, in piazza Strozzi,2, si terrà il Festival internazionale di cinema,cibo e videodiversità, “Tutti nello stesso Piatto”, giunto alla III edizione. La rassegna è stata realizzata con il sostegno dei Gruppi d’acquisto solidale fiorentini (GAS), da sempre sensibili alle tematiche del consumo consapevole. Gli argomenti di interesse sono stati ampliati con film che oltre al cibo affrontano in modo critico altri ingredienti della vita.

Di seguito riportiamo l’intera programmazione.

Venerdì 15 Aprile ore 17.00:
PEPLI LIVE. Ispirato a una storia vera nel villaggio indiano di Peepli: due contadini poveri rischiano di perdere la loro terra per un prestito del governo non pagato. Disperati, cercano l’aiuto di un politico locale apatico che suggerisce di suicidarsi. Talvolta la realtà sa essere più tragicomica di qualsiasi immaginazione. (Ai primi arrivati sarà offerto un omaggio).
Venerdì ore 20.30:
HUMAN. Il fotografo delle spettacolari immagini dall’alto, stavolta è sceso tra gli uomini: 2 anni a fotografare e intervistare persone da ogni parte del mondo, un film toccante fatto di storie sullo sfondo di foto ed immagini stupende. Il paesaggio umano rappresentato dimostra che la bellezza è ovunque intorno a noi, basta saperla cogliere. Per i primi arrivati un simpatico omaggio

Sabato 16 Aprile ore 16.30:
UNLEARNING. Si può abbandonare la città, il proprio stile di vita per partire senza scadenze, soldi e macchina? Siamo sicuri che quello che facciamo sia l’unica via? Un viaggio alla ricerca di chi ha avuto il coraggio di cambiare, attraverso ecovilaggi, comunità e famiglie itineranti ispirato al disegno di una bambina.
Sabato 16 Aprile ore 18.30:
THE DARK SIDE OF THE ITALIAN TOMATOES. Che legame c’è tra i pomodori italiani esportati in Africa e gli sbarchi di migranti africani in Sicilia? Stefano Liberti, presente in sala, getterà luce sulla sconvolgente connessione tra l’esportazione dei pomodori dall’Italia all’Africa e l’arrivo di migranti in Europa. Ci siamo veramente tutti in questo piatto di pomodori rosso sangue.
Sabato 16 Aprile ore 21.00:
CHESAR CHAVEZ. La storia di Cesar Chavez, attivista messicano, che a costo di grandi sacrifici personali si fa carico di mettere fine al vergognoso trattamento a cui sono costretti quasi 50 mila lavoratori combattendo contro lo strapotere dei latifondisti californiani. Un film che svela i retroscena di una prassi purtroppo sempre attuale

Domenica 17 Aprile ore 16.30:
COWSPIRACY. Prodotto da Leonardo di Caprio Gli allevamenti industriali sono considerati come la principale causa di deforestazione, consumo d’acqua, inquinamento e produzione di effetto serra. Riuscirà il mondo a capirlo prima che sia troppo tardi? E se la scelta di essere vegetariani non fosse solo una questione personale ma anche di consapevolezza sostenibile?
Domenica 17 Aprile ore 18.30:

SUGAR BLUES. La regista è incinta e le diagnosticano il diabete gestazionale, deve evitare qualsiasi forma di zucchero raffinato ma lo zucchero è ovunque. Una storia tragicomica, intima e coinvolgente che pone molti dubbi su un ingrediente anche troppo comune nella nostra cucina. A seguire: GREECE DAY OF CHANGE: Tre greci che cercano di prendere il loro destino nelle proprie mani. Potrebbe essere questa crisi la nostra occasione per rimettere in discussione tutto, reinventare noi stessi e la nostra società per ritrovare la pratica della solidarietà e la democrazia diretta? La Grecia non è lontana e i protagonisti sono qui per darci coraggio e forza.
Domenica 17 Aprile ore 21.00: SOCRATES UNO DI NOI (saranno presenti in sala i registi Mimmo Calopresti e Marco Mathieu). Il campione del Brasile e della Fiorentina diede vita tra il 1982 e il 1983 alla famosa Democrazia Corinthiana, dove di fatto giocatori e allenatore autogestivano insieme la squadra di San Paulo del Corinthians e fecero del calcio uno strumento di lotta politica per l’uscita definitiva del Brasile dalla dittatura militare.

All’interno della rassegna, ci sarà lo spazio “ECOCINEMA” nel quale verranno mostrate le 5 opere selezionate (cortometraggi di giovani registi emergenti) che mirano a un’idea di cinema promotore di cultura, consapevole e attento ai temi ambientali.

LE OPERE E I REGISTI:
“Che cos’è il Maggese?” – a cura di Alberto Brogi
“The Story” – a cura della SNCI
“Il NO(VEL) FOOD” – a cura di Fulvia Verna
“ La Ragione” – a cura di Lapo Tirelli
“CLINAMEN” – a cura di Bentivoglio Eleonora

Al termine della proiezione è previsto un incontro con le realtà di autogestione fiorentine: Mondeggi Bene Comune, Centro storico Lebowsky, Mamme No Inceneritore, Mag Firenze e Ass. Forimercato).

Biglietti.
Intero: euro 7; ridotto euro 5 per studenti con tessera, per i lettori di TerraNuova che si presentano in cassa con la rivista, biglietti acquistati in prevendita attraverso il circuito GAS (contattate 3281340927 – si ricorda che questi biglietti vanno cambiati alla cassa del cinema con il biglietto). L’ingresso singolo include da una a due proiezioni, alcuni in versione originale con sottotitoli, per una durata complessiva di 1h 30′ di visione.

BUONA VISIONE A TUTTI!

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie