Mango: il super frutto della salute, può prevenire il cancro e l’obesità

Spesso ci si chiede come può un alimento aiutare a combattere una malattia come il cancro. Ben quattro recenti studi hanno dimostrato che alcuni componenti del mango, come l’acido gallico e la mangiferina, avrebbero proprietà anti tumorali. Alcuni esperimenti hanno dimostrato la loro efficacia contro l’obesità e nella cura di malati di cancro al pancreas e aiuta in caso di costipazione.

Il mango contiene sole 100 calorie ed è un’ottima fonte di vitamine A e C e di fibre. I quattro nuovi studi sugli effetti di questo alimento suggeriscono che ha il potenziale di aiutare a combattere gli effetti negativi associati a diete ad alto contenuto di grassi e l’obesità (lo hanno confermato test su animali), nonché inibire la crescita delle cellule adipose (proprietà anti-lipogeniche in uno studio in vivo), di rallentare l’avanzamento dei tumori al seno (studio su animali), nonché di migliorare la regolarità e di diminuire l’infiammazione associata con la costipazione (studio su soggetti umani).

“Anche se saranno necessarie ulteriori ricerche, soprattutto negli esseri umani, c’è un crescente corpo di studi che suggerisce che il consumo di mango può avere effetti protettivi in relazione a obesità, alcuni tumori, salute e stato infiammatorio dell’intestino”, evidenzia Leonardo Ortega, direttore ricerca del Mango National Board, durante la Experimental Biology Conference 2016 in corso a San Diego.

Un altro importante beneficio per la salute che si può ottenere dal mango deriva dal fatto che questo frutto è l’ideale nel trattamento di patologie da deficit, come, per esempio, l’anemia. Contiene abbondanti quantità di ferro, aiutando così a contrastare l’anemia. Pertanto, il consumo regolare e moderato di mango aiuta a trattare questa patologia. E’ bene ricordare comunque che, nonostante i possibili benefici e miglioramenti, il frutto del mango non permette di guarire, ma semplicemente di supportare il processo di guarigione affiancando le migliori e idonee terapie mediche.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie