8 consigli per proteggersi dal Sole e avere un’abbronzatura perfetta

Estate vuol dire vacanze, mare e tanto Sole. Niente di meglio che passare le giornate al mare con il gran caldo che colpisce la penisola italiana durante i mesi estivi, ma occorre fare attenzione alle scottature. Una brutta scottatura può rovinare le giornate e procurare danni alla pelle che possono sfociare, nei casi più gravi, anche in malattie molto pericolose. Dunque, è bene prestare attenzione a questi suggerimenti per proteggersi dalle scottature.

Scegliere la crema solare con saggezza

L’American Academy of Dermatology raccomanda una protezione solare che offra una protezione ad ampio spettro contro i raggi UVA e UVB, il fattore di protezione deve essere di almeno 30 o superiore e resistente all’acqua. Non è necessario spendere cifre esorbitanti per creme protettive che abbiano un fattore di protezione solare (FPS) dal 100 in su – non c’è alcuna prova reale che la protezione solare con un FP superiore a 50 offra una protezione molto superiore a FPS 50.

Sicurezza della protezione solare

Prima di applicare la protezione solare controllare la data di scadenza. La protezione solare può perdere la sua efficacia dopo tre anni. Se non è presente alcuna data di scadenza sulla confezione assicurati di scrivere la data di acquistato sulla bottiglia in modo.

Altri suggerimenti per la protezione solare: Metterla prima di vestirsi, avrà tempo di assorbire, e farlo anche se si sta solo andando in ufficio. Secondo la Skin Cancer Foundation, “Chiunque di età superiore ai sei mesi, dovrebbe utilizzare una protezione solare ogni giorno. Anche coloro che lavorano in luoghi chiusi sono esposti a radiazioni ultraviolette per brevi periodi durante il giorno, soprattutto se lavorano vicino a finestre, che in genere filtrano raggi UVB ma non raggi UVA. ”

Vestirsi bene

Si potrebbe pensare che si può stare tranquilli se si indossa una camicia a maniche lunghe, ma il tessuto e il colore dell’abbigliamento possono fare la differenza nella quantità di Sole bloccato o assorbito. Fibre sintetiche (come poliestere o Lycra) sono più protettivi di cotone o lino, e colori più scuri sono peggiori di colori più chiari.

Non dimenticare il cuoio capelluto

Il cuoio capelluto può prendere una scottatura come il resto del corpo, ed è una zona che non si può coprire con la protezione solare. Un cappello è la soluzione migliore per la protezione, ma se non avete voglia di indossare un cappello ci sono un sacco di spray per capelli dotati di filtri solari.

Scegliere gli occhiali da sole giusti

Diffidare da occhiali da sole a buon mercato. Anche se non c’è bisogno di spendere un sacco di soldi per avere protezione UV al 100%, si dovrebbe comprare da una fonte attendibile. Recarsi dall’ottico di fiducia o, comunque, ad negozio specializzato e per la massima sicurezza è possibile rivolgersi ad un oculista.

Scegliere il momento giusto per uscire

Non è sempre pratico, ma cercare di evitare di uscire nella fascia oraria 10:00 – 16:00, quando il Sole è più forte. Questo potrebbe significare mettersi all’ombra durante questo periodo di tempo.

Usare un riparo

Parasole, ombrelloni e tende da spiaggia aiutano ad avere delle zone d’ombra quindi portarli sempre con voi non importa dove si vada, in particolare quando si ha intezione di stare fuori per tutto il giorno.

Controllare regolarmente la pelle

Infine, assicuratevi di controllare regolarmente la pelle, eventuali cambiamenti sono da segnalare al dermatologo perché potrebbero essere le prime indicazioni di cancro della pelle. La buona notizia è che, se individuato e trattato precocemente, il cancro della pelle è curabile. La Skin Cancer Foundation consiglia di eseguire un controllo automatico della pelle una volta al mese, tenendo d’occhio eventuali segnali di pericolo.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie