Solar Impulse 2 sta sorvolando il Mar Mediterraneo, senza una goccia di carburante

Solar Impulse 2, l’aereo a energia solare sta tentando di compiere il giro del mondo senza una goccia di carburante sta sorvolando il Mar Mediterraneo, decollato da Siviglia con destinazione Il Cairo, dove atterrerà il 13 luglio dopo circa 50 ore e mezzo di volo. Si tratta della sedicesima e penultima tappa prima dell’arrivo ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, dove nel marzo 2015 è stato inaugurato il primo “viaggio fotovoltaico” intorno al globo della storia.

Si tratta della penultima tappa (la 16/ma) del giro intorno al globo prima dell’arrivo ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, dove tutto è iniziato nel marzo 2015. Il Solar Impulse sta sorvolando il Mar MediterraneoSolar Impulse 2 e attraverserà gli spazi aerei di Tunisia, Algeria, Malta, Italia e Grecia prima dell’atterraggio in Egitto previsto per il 13 luglio. In cabina di comando per questa tappa c’è Andrè Borschberg: sarà il suo ultimo viaggio col Solar Impulse perché per il volo finale passerà i comandi del velivolo all’altro pilota svizzero Bertrand Piccard. I due stanno portando avanti l’impresa per dire al mondo che un futuro alimentato con energie rinnovabili – e quindi pulito – è possibile.

L’aereo a energia solare di Solar Impulse è progettato per restare in volo giorno e notte senza carburante fossile. Ciò è possibile grazie alle eccezionali prestazioni aerodinamiche e all’efficienza energetica del velivolo (il triplo rispetto a quella di un aereo commerciale). A lanciarsi nell’impresa pioneristica è stata un’équipe di tecnici e scienziati del Politecnico federale di Losanna (EPFL) capitanati dall’ingegnere aeronautico André Borschberg e dallo psichiatra vodese Bertrand Piccard. Non deve sorprendere che queste innovazioni abbiano visto la luce in Svizzera, che vanta infatti una lunga tradizione nel favorire gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo di prodotti innovativi.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie