Integratori: chi li compra e quando li consuma

Gli italiani stanno dimostrando sempre più spesso di nutrire particolare fiducia negli integratori. Stando ad uno studio condotto da Gfk Eurisco, infatti, l’uso di integratori in Italia è quadruplicato negli ultimi 20 anni, soprattutto grazie al consumo degli over-55 che, anche in base ai consigli dei propri medici di fiducia, hanno scoperto l’enorme potenziale a livello fisico e organico di alcuni di questi prodotti in particolare, come ad esempio i multi-vitaminici. Ed il motivo è davvero semplice: sono numerosi i benefici che questi integratori portano a diversi livelli del nostro organismo, e non stupisce dunque che la spesa media in questo campo sia aumentata a dismisura, fino a raggiungere un giro d’affari di quasi 3 miliardi di euro. Realizzati anche grazie all’apporto del web.

Cos’è un integratore alimentare?

Gli integratori sono dei concentrati di sostanze quali ad esempio vitamine, ferro e calcio, che possono essere assunti come integrazione alla normale dieta alimentare degli individui. Questo significa che un integratore alimentare non può e non deve essere visto come un sostituto di un pasto, ma come uno strumento di supporto per integrare certe sostanze molto importanti per il nostro organismo, e che non sempre possono essere ingerite tramite i normali alimenti. Parliamo ad esempio dei preparati vegetali, delle vitamine, dei minerali e di quei micro-organismi probiotici in grado di favorire il ripristino delle funzioni del corpo e di potenziare l’apparato immunitario.

Le tipologie e i benefici degli integratori

Ne esistono davvero tantissime tipologie che apportano benefici al nostro organismo, e che sono in grado di prevenire e di alleviare patologie alle volte anche molto estese. Nello specifico gli integratori alimentari, che è possibile anche reperire sul web presso i portali specializzati, possono aiutare a contrastare carenze vitaminiche, oppure intervenire a livello cardio-circolatorio, aiutando a prevenire una serie di malattie correlate agli scompensi cardiaci. Tali integratori possono anche intervenire rafforzando le ossa, le cartilagini e le articolazioni (come ad esempio gli integratori a base di calcio), oppure favorire la salute delle ghiandole pilifere e delle cellule cutanee.

Target e qualità degli integratori

Non esiste un target particolare: tutti noi potremmo aver bisogno di utilizzare gli integratori. Dagli sportivi alle donne in gravidanza, passando per gli anziani e per chi necessita di un supporto per compensare diete prive di alimenti chiave: l’importante è che se ne faccia un uso responsabile e consapevole, assumendo le giuste dosi e mai come palliativo o sostitutivo degli obbligatori pasti quotidiani. Infine, quando si acquistano questi supporti, è importante che tali integratori siano in possesso delle certificazioni HACCP e GMC (fondamentali ed obbligatorie a livello europeo), e che possano contare sulla sicurezza degli ingredienti e sulla loro purezza: elementi indispensabili per garantire l’efficacia degli integratori per l’organismo.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie