La casa ecologica assoluta: per realizzarla solo bambù e corda

La casa ecologica assoluta è stata progettata da un team di architetti cinesi, per realizzarla occorrono solo bambù e corde. Chiodi, viti, cemento, plastica ed altri materiali che vengono utilizzare per le case cui siamo tutti abituati non sono minimamente contemplati. È più ecologica anche della classica casa sull’albero dove sono richiesti almeno i chiodi.

Un progetto ambizioso quello di questi giovani architetti cinesi che non sono nuovi ad opere che tengano conto del rispetto per l’ambiente. Cina, patria del Panda gigante e dei bambù di cui l’urside è particolarmente ghiotto, da nessun altro luogo, probabilmente, sarebbe potuta arrivare un’idea del genere. Una casa fatta solo di bambù e corde, un’unità immobiliare modulare che si può espandere sia in altezza che in larghezza creando dei condomini e poi dei veri e propri quartieri fatti solo di bambù.

Il progetto ha conquistato il secondo posto al A’Design Awards 2016 nella sezione architettura per la sua flessibilità, livello di comfort e per il rispetto dell’ambiente. Le strutture sono realizzate partendo dai “nodi”, come il team li definisce. Un insieme di canne intrecciate tra loro che possono essere collegati ad altri nodi a formare la struttura su cui montare pareti e pavimenti, fatti sempre di canne di bambù.

Per ogni canna utilizzata ne vengono piantate due in modo che l’impatto ambientale sia esiguo e per rigenerare la pianta e avere sempre a disposizione la fonte primaria del materiale da costruzione. Gli architetti di Penda si sono ispirati alle capanne degli indiani d’America per dare il via al loro progetto. Ogni struttura avrà un’ampiezza di 4 metri per un’altezza di 4,7 metri.

A differenza della maggior parte degli edifici, il design della casa permette alle piante di crescere naturalmente su di esso. Circa 20 famiglie potrebbero vivere nel primo edificio completato, che Penda spera di costruire nei prossimi anni. Entro il 2023, il team vorrebbe espandere la struttura un complesso tentacolare da 250 acri. Non più una casa sull’albero, ma una città albero.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie