L’acme del piacere femminile, le sue origini e come è nato

Qual è il ruolo dell’orgasmo femminile, è il quesito che si sono posti i biologi per secoli. Già Aristotele notò che le femmine umane possono concepire senza di esso, in pratica non influenza il successo riproduttivo. Nei maschi, l’orgasmo è sempre necessario per l’eiaculazione e il trasferimento di sperma, ma nelle femmine la sua funzione non è chiara. L’orgasmo femminile umano durante il rapporto sessuale è raro, in particolare senza la stimolazione clitoridea; l’orgasmo è in realtà più comune durante la masturbazione femminile o nei rapporti omosessuali, che durante i rapporti eterosessuali e non vi è alcuna correlazione tra l’orgasmo e il numero di figli.

Allora, qual è il ruolo dell’orgasmo femminile?

Le ipotesi evolutive si allineano in due gruppi: un gruppo sostiene che l’orgasmo femminile ha effetto sul successo riproduttivo, l’altro sostiene che invece non ha alcun effetto sulla riproduzione. Nonostante l’apparente diversità della biologia riproduttiva, alcune caratteristiche fondamentali possono essere rintracciate nel corso dell’evoluzione dei mammiferi. Il ciclo ovarico femminile è una di tali caratteristiche. Dallo studio condotto su diversi animali placentari, tra cui anche la femmina umana, l’orgasmo ha, da sempre, avuto il compito di stimolare l’ovulazione e quindi favorire il concepimento.

In molte specie di mammiferi, il funzionamento è ancora questo, mentre nella donna (umana) l’evoluzione ha separato i ruoli di ovulazione ed orgasmo portando quest’ultimo ad avere un ruolo secondario sul concepimento. Lo studio, pubblicato sulla rivista Jez-Molecular and Developmental Evolution, spiega che l’ovulazione atavica indotta dal maschio ha lasciato posto, modificando anche l’anatomia dell’organo di riproduzione femminile, all’ovulazione come si conosce oggi.

Secondo la ricercatrice Mihaela Pavličev, una delle firme dello studio “è importante sottolineare che è molto probabile che l’orgasmo femminile in passato fosse molto diverso da quello di oggi“. L’orgasmo femminile quindi si è evoluto, secondo gli scienziati, da riflesso che induceva l’ovulazione durante il rapporto sessuale, per favorire il concepimento, a entità separata e non influente sulla riproduzione, ma strumento atto al piacere femminile.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie