11 Settembre, una data che la Storia non cancellerà mai dalla sua memoria

L’11 settembre 2001 è una data che la Storia non cancellerà mai dalla sua memoria: a distanza di 15 anni ormai, il ricordo dell’attacco alle Torri Gemelle è ancora vivo in ognuno di noi.

Alle 8.45 e alle 9.03 due voli di linea partiti da Boston e diretti a Los Angeles, dirottati da terroristi di al Qaeda, si schiantano contro le Torri Gemelle del World Trade Center. Le Twin Towers, in fiamme, crollano poco dopo. Mentre la città è in preda al terrore, un terzo aereo viene fatto precipitare sul Pentagono a Washington e un quarto si schianta in Pennsylvania prima di raggiungere il suo obiettivo. Si tratta degli attentati più gravi della storia, che provocano circa 3mila morti.

“Di fronte al terrorismo, conta come rispondiamo, ha dichiarato Barack Obama, invitando i cittadini a mostrarsi uniti. “Non possiamo arrenderci a chi ci vuole dividere. Non possiamo reagire in maniere che erodano il tessuto della nostra società: è la nostra diversità, il nostro accogliere tutti i talenti, il trattare chiunque equamente a prescindere da razza, genere, etnia o fede che contribuisce a rendere il nostro paese grande e resistente”.

Le drammatiche cifre degli attentati alle Torri Gemelle: – 19 i dirottatori – 2.974 i morti, di cui 2.603 a New York, 125 al Pentagono e 246 tra passeggeri e membri dell’equipaggio dei 4 aerei dirottati – 6.291 i feriti – 90 i Paesi di origine delle vittime – 17.400 le persone che si trovavano all’interno delle Torri gemelle al momento dell’impatto dei due aerei – Almeno 200 le persone morte lanciandosi dal World Trade Center in fiamme – 411 i soccorritori morti, tra cui 341 pompieri. Quindici anni dopo l’America si ferma per l’11 settembre e ricorda i suoi giorni più bui. “La paura del terrorismo non deve stravolgere i nostri valori. Non dobbiamo seguire chi vorrebbe dividerci o reagire in una maniera che intacchi il tessuto della nostra società”, e’ l’appello lanciato da Barack Obama. “Solo salvaguardando i nostri valori rispetteremo l’eredità di coloro che abbiamo perso” , ha detto il presidente nel tradizionale messaggio del fine settimana alle famiglie americane, e ha ricordato come le quasi 3 mila vittime dell’11 settembre 2001 fossero “di tutte le razze e di tutte le religioni, di tutti i colori e di tutte le fedi, americane e di tutto il mondo”.

Condividi questo articolo: 

AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie