Come tagliare le cipolle senza piangere, tutti i metodi efficaci

La cipolla è uno degli aromi più utilizzati in cucina, ma ha un inconveniente quando la si taglia, trita, sminuzza per le diverse preparazioni per cui la si utilizza: fa piangere. Sono tante le varietà presenti sul suolo italico e tutte, ma proprio tutte, fanno lacrimare gli occhi quando le si taglia a causa dei gas contenuti al suo interno. Esistono diversi metodi che permettono di evitare di piangere mentre le si taglia vediamo i più efficaci.

Perché quando si taglia la cipolla si piange. Quando si taglia la cipolla vengono rilasciati  gas altamente volatili, la pianta contiene abbondanza di solfossidi, questi combinati con l’umore acquoso del bulbo oculare produce l’acido solforico. Si innesca una reazione a catena in cui più si piange, cioè più acqua producono gli occhi, più acido viene creato.

Come ridurre o evitare del tutto la lacrimazione

1. Per ridurre le lacrime ed evitare di trasformarsi in un salice piangente per preparare un piatto di spaghetti al sugo si possono tagliare le cipolle sotto l’acqua corrente: l’acido è molto idrosolubile per cui se ne diminuisce la volatilità. Anche se non è il più comodo dei sistemi.

2. Qualcuno indossa gli occhiali, anche quelli da sole, perché in questo modo si riducono i gas che entrano a contatto con l’occhio. Si riducono, ma non del tutto per cui la lacrimazione avviene comunque. Una soluzione fantasiosa, ma efficace è quella di utilizzare degli occhialini da piscina.

3. un altro metodo è quello di lasciare in ammollo la cipolla in acqua prima di tagliarla. L’effetto è benefico in quanto a riduzione della lacrimazione, ma si perde un po’ di sapore rendendo l’aroma più delicato.

4. cospargere il tagliere con una goccia d’aceto o di limone permette di ridurre l’emissione dei gas e di far si che il tagliere non si impregni del sapore di cipolla a vita.

5. utilizzare una candela accesa o dell’acqua bollente, in prossimità del tagliere, oppure tagliare la cipolla sotto una potente cappa che aspiri i gas.

6. mettere la cipolla nel congelatore, al massimo per 20 minuti. Questo è il metodo più accreditato per la riduzione della lacrimazione se non per la sua totale assenza.

In ogni caso utilizzare sempre un coltello ben affilato in modo che il taglio preciso permetta una minore fuoriuscita dell’enzima da cui parte la reazione chimica che termina con le lacrime. Anche il coltello si può mettere a raffreddare prima di tagliare le cipolle.

Le cipolle hanno tante caratteristiche nutritive importanti, sono ricche di vitamine e sali minerali. Hanno proprietà diuretiche ed è utilizzata come principio attivo di alcune creme cicatrizzanti; è in grado di diminuire lo spessore delle cicatrici provocate dalle smagliature. La cipolla, inoltre, contiene doti antibiotiche grazie ai composti solforati e al cromo che contribuiscono a contenere la glicemia e i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi, a prevenire l’aterosclerosi e le malattie cardiache. Sembra avere effetti anticancerogeni perché ricca di flavonoidi e composti dotati di proprietà antinfiammatorie.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie