Florida: 980 milioni di litri di liquido radioattivo raggiungono una falda, è allarme acqua radioattiva

Una voragine si è aperta in uno stabilimento di fertilizzanti negli Stati Uniti causando la fuoriuscita di circa 980 milioni di litri di acqua radioattiva in una delle principali fonti sotterranee di acqua potabile della Florida. Il buco, si è aperto a Mulberry, nel terreno della Mosaic, la più grande azienda al mondo nella produzione di fosfati.

La Mosaic, è la più grande azienda produttrice di fosfati al mondo , ha riferito che la voragine è stata scoperta da un operaio il 27 agosto a Mulberry. È assai probabile che il materiale radioattivo abbia raggiunto le falde acquifere della Florida, che forniscono acqua potabile a milioni di residenti. La società ha riferito che l’acqua contaminata non avrebbe però raggiunto le case private perché si muove molto lentamente e che la situazione «è sotto monitoraggio e sotto controllo”.

Gli operai sono infatti al lavoro per risucchiare l’acqua con alcune pompe aspiratrici. Le rassicurazioni dell’azienda non hanno però alleviato i timori della popolazione. «E’ difficile fidarsi visto che hanno mantenuto il segreto per tre settimane” – spiega Jacki Lopez – , il direttore del Center for Biological Diversity, anche se Mosaic ha riferito di aver subito segnalato l’accaduto alle autorità statali e federali. Il Dipartimento di Stato della Protezione ambientale sta controllando che l’azienda faccia il possibile per salvaguardare la salute e l’ambiente ma chi abita in zona sta bevendo acqua dalla bottiglia. In pochi si fidano. La falda acquifera è una delle principali fonti di acqua potabile nello Stato e si estende dalla Florida fino al Sud dell’Alabama, Georgia e Sud Carolina.

Condividi questo articolo: 


 

Altre Notizie