Hubble cattura un pianeta che orbita attorno a due soli

Grazie alla tecnica di “microlensing gravitazionale“, il telescopio spaziale Hubble ha individuato un pianeta che orbita intorno a due nane rosse. Il corpo celeste si trova a circa 8 mila anni luce dalla Terra e occupa una posizione centrale nella Via Lattea. L’esistenza di tale sistema binario, chiamato OGLE-2007-BLG-349, è stata resa nota dalla NASA attraverso un articolo pubblicato, recentemente, sull’Astronomical Journal.

Un sistema binario scoperto nel 2007

OGLE-2007-BLG-349 era stato osservato, per la prima volta, nel 2007 nell’ambito del progetto Optical Gravitational Lensing Experiment, siglato OGLE. All’attività scientifica avevano preso parte ben cinque gruppi di ricerca, ovvero il Microlensing Observations in Astrophysics (MOA), l’Optical Gravitational Lensing Experiment (OGLE), il Microlensing Follow-up Network (MicroFUN), il Probing Lensing Anomalies Network (PLANET) e la Robonet Collaboration. In quella prima fase della scoperta, gli scienziati avevano stabilito la presenza di una stella, di un pianeta e di un terzo oggetto, allora non ancora identificato, con caratteristiche simili alla Terra.

Decisivi i risultati ottenuti grazie al telescopio spaziale Hubble

Sfruttando l’alta definizione delle immagine fornite da Hubble Space Telescope, i ricercatori hanno potuto constatare come la luminosità fosse strettamente legata all’esistenza di due nane rosse, più deboli e meno massicce del Sole. La tecnologia legata alla microlente gravitazionale ha offerto, agli scienziati, la possibilità di osservate e analizzare questo oggetto lontanissimo mediante la distorsione spazio-temporale subita dalla luce, prodotta dalla stella stessa, quando lo specchio elettromagnetico ha incontrato, lungo la traiettoria, un’altra massa gravitazionale. Giocando con l’effetto lente d’ingrandimento, gli astronomi hanno registrato l’aumento di luminosità apparente nel momento in cui la stella si trovava in transito o, addirittura, molto vicina all’altra nana rossa.

Tali osservazioni hanno permesso di stabilire che, al centro della Via Lattea, a circa 8 mila anni luce dalla Terra, si colloca un pianeta gassoso, con massa analoga a Saturno, che orbita attorno a due stelle mantenendo una distanza approssimativa di 483 milioni di chilometri. Secondo i calcoli degli astronomi, il pianeta in questione completerebbe l’orbita ogni 7 anni terrestri; e le due nane rosse disterebbero, l’una dall’altra, pressappoco 11 milioni di chilometri, vale a dire 14 volte il diametro dell’orbita della Luna attorno al nostro pianeta.

Il fenomeno è stato osservato grazie alla “Wide Field Planetary Camera 2” del potente telescopio spaziale. David Bennett, a capo del Goddard Space Flight Center della NASA e portavoce della sensazionale scoperta, ha sottolineato che gli scienziati “sono stati aiutati dall’allineamento, quasi perfetto, delle stelle binarie in primo piano con la stella di fondo, che ha amplificato notevolmente la luce” consentendo, in questo modo, di poter captare il segnale luminoso emesso dalle nane rosse.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie