Maker Faire: Roma capitale dell’innovazione, dal 14 al 16 ottobre 2016

Torna il Maker Faire Rome, la più grande fiera dell’innovazione al mondo insieme con quelle di San Francisco e New York, dal 14 al 16 ottobre 2016, con 6 padiglioni, negli spazi della Nuova Fiera di Roma.

” Spazi troppo piccoli – ha spiegato Riccardo Luna, curatore dell’evento insieme a Massimo Banzi, cofondatore di Arduino – ora ne abbiamo uno davvero gigantesco e ne approfitteremo per aumentare le attrazioni. Sarà come andare a un grande Luna park del futuro e trovare il meglio dell’innovazione mondiale”. Passeggiando tra i 55 mila metri quadri di area espositiva si potranno vedere i primi Wakeskate magnetici al mondo, mangiare nel Ristorante del Futuro, imbattersi nei maxi robot del Big Bang Project, perdersi nella gigantesca voliera della House of Drones o giocare nell’area kids, quasi raddoppiata rispetto allo scorso anno e capace di accogliere attività didattiche per 12 mila bambini (e non).

“Noi siamo dall’inizio partner di questo grandissimo evento perché qui c’è un pezzo dello sviluppo, del lavoro, se si offre a ragazzi e ragazze, a chi ha idee, le opportunità di realizzarle”, ha spiegato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, Ospiti alla prossima Maker Faire non saranno solo maker e appassionati di tecnologia ma anche 40 tra università e centri di ricerca, tra cui il Consigli Nazionale delle Ricerche (Cnr), la Sapienza di Roma, l’università di Pechino e quella tedesca di Coburgo, e ben 56 scuole che esporranno progetti e prototipi sviluppati dai ragazzi.

Nel cuore di Maker Faire Rome 2016

Si parte venerdì 14 ottobre con il consueto Educational Day, l’apertura gratuita della mattina del primo giorno dedicata agli studenti di ogni ordine e grado che lo scorso anno ha visto oltre 16mila giovani coinvolti da tutta Italia.

L’Area Kids, lo spazio attrezzato dedicato ai più piccoli e che ogni anno riscuote crescente partecipazione, diventa più grande. Bambini e ragazzi potranno entrare in contatto non solo con il mondo della programmazione, dell’elettronica e della robotica realizzando concretamente circuiti o video musicali, ma quest’anno avranno a disposizione anche un’area food per imparare a conoscere da vicino il cibo e la sana alimentazione.

Il pomeriggio del 14 ottobre la fiera apre al grande pubblico con i suoi oltre 600 espositori provenienti da tutta Europa con i visitatori che potranno interagire con le invenzioni più strabilianti dei makers europei. Imperdibili da “provare” e interattive la Casa Domotica e l’area dedicata alla Fabbrica del Futuro.

Non mancherà “The House of Drones”, la grande area dedicata a tutte le novità relative al mondo dei droni. Quest’anno all’interno dell’area non una ma ben due voliere per garantire lo svolgimento di diverse attività contemporaneamente: una più piccola per il battesimo del volo e per lo svolgimento di mini conferenze per l’uso anche professionale dei droni e l’altra, più grande, per le esibizioni (FPV racing, prove di volo autonomo, gare di sollevamento pesi, battaglia fra droni e tra rover a terra, sfide di abilità anche in team).

Confermato, inoltre, lo spazio riservato agli artigiani tecnologici dove si metterà in scena una nuova idea di manifattura. L’obiettivo è quello di mostrare come le nuove tecnologie, se abbinate a un saper fare di qualità e a una nuova lettura del mercato, possono produrre un nuovo modello di impresa e un nuovo modello di produzione fondato su varietà e personalizzazione. I visitatori potranno svolgere delle attività specifiche (guardare, ad esempio, la costruzione di un’auto high tech, prototipare un manufatto tipico del Made in Italy oppure osservare un processo sofisticato caratterizzato dalla presenza di tecnologie IoT) all’interno di un ambiente altamente coinvolgente. Insomma, un vero e proprio padiglione della Fabbrica 4.0.

I numeri della terza edizione europea di Maker Faire Rome sono stati notevoli: 100mila visitatori in tre giorni, oltre 450 progetti esposti, 75 artigiani con prodotti innovativi, 511 light talks e workshop educativi, oltre 600 giornalisti e blogger accreditati. Numeri destinati a diventare ancora più grandi.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie