Valerio Pagliarino: 16 anni, ha inventato la connessione a banda ultralarga laser

Valerio Pagliarino, 16 anni, studente di liceo scientifico Galilei di Nizza Monferrato. Abita a Castelnuovo Calcea in provincia di Asti ed è tra i vincitori del Concorso giovani scienziati della Commissione europea. Il concorso è aperto ai giovani di tutta Europa di età compresa tra i 15 e i 21 anni, Valerio ha vinto grazie alla sua invenzione: “LaserWan: connessione a banda ultralarga laser“.

Oggi, si sa, non si può vivere senza Internet e l’Italia non si può dire all’avanguardia in questo campo con problematiche di ogni tipo relative alla connessione e alla sua velocità. Valerio vive in un paese di 738 anime in provincia di Asti dove la connessione non è il massimo (condizione in cui versano diversi paesi e città italiane) per cui ha deciso, nel suo tempo libero, di dedicarsi al suo hobbie preferito, l’elettronica, e realizzare un sistema che potesse ampliare la copertura della banda larga.

L’idea ha poi visto uno sviluppo e una realizzazione fino alla vittoria nel concorso dell’Unione europea. Riadattando vecchi elettrodomestici presenti nella propria casa e comprando il altro materiale su E-bay ha messo a punto un sistema in grado di far viaggiare la velocità Internet fino a 500 megabit al secondo con un costo nettamente inferiore ai sistemi attualmente in uso basati sulla fibra ottica. Su consiglio di una sua insegnante ha brevettato la sua invenzione che potrebbe essere adottata dalle grandi aziende di telecomunicazione (lo speriamo).

Valerio ha dichiarato di aver impiegato un paio d’ore al giorno del suo tempo per realizzare la sua idea. Idea che gli è venuta proprio per le mancanze della rete nel suo paese, diciamo che in questo caso l’arretratezza dell’Italia ha avuto un senso. LaserWan si basa sull’installazione di ricetrasmettitori sui piloni dell’alta tensione, piloni già presenti in tutte le città e piccoli centri, che trasportano l’energia elettrica. In questo modo si riducono i costi e, soprattutto, l’inquinamento elettromagnetico.

LaserWAN utilizza i raggi infrarossi, emessi da laser specifici per trasmettere una connessione internet ad alta velocità. I ricetrasmettitori sono montati sulla sommità di tralicci di linee ad alta tensione che portano la potenza elettrica dagli impianti di distribuzione elettrica dalle città ai piccoli centri come quello dove abita Valerio. In questo modo la connessione internet viene convogliata sulla linea elettrica utilizzando raggi laser che possono sostituire la fibra ottica, con la stessa qualità del segnale, senza la necessità di scavi costosi. LaserWan è una soluzione “green” perché i raggi laser non emette alcun tipo di inquinamento elettromagnetico.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie