Apple: calo degli utili nell’ultimo trimestre, è la prima volta dal 2001

Apple registra un calo nel fatturato nell’ultimo trimestre del 2016, non accadeva dal 2001. Dopo 15 anni, per la prima volta, l’azienda di Cupertino perde utili rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tim Cook e gli azionisti non sono preoccupati e, anzi, attendono miglioramenti nel primo trimestre 2017 che l’azienda fa corrispondere al periodo natalizio.

L’anno fiscale 2016 per l’azienda californiana si è chiuso il 24 settembre 2016. La dirigenza non è preoccupato perché il calo è percepito come fisiologico per la saturazione del mercato ed anche perché non tiene conto delle vendite degli iPhone 7, o almeno lo fa solo in minima parte. Ad influenzare la contrazione sono soprattutto le vendite nel mercato cinese, da sempre il più ostico per Apple per la presenza di alternative Android più economiche.

Al calo del 30 per cento del mercato cinese corrisponde un aumento delle vendite in quello europeo e giapponese con un più 3 per cento e 10 per cento rispettivamente. Anche nel mercato americano si registra un meno 7 per cento. L’ultimo trimestre fiscale ha visto il lancio degli ultimi due modelli di Cupertino con vendite pari a 45,5 milioni di unità, il 5 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Apple chiude il 2016 con 217 miliardi di dollari contro i 233,7 dell’anno passato, con una perdita di circa 16 miliardi. Nell’ultimo trimestre registra una perdita di 2 miliardi di utile rispetto all’ultimo trimestre 2015 passando dagli 11,1 miliardi ai 9 del Q4 2016. Calano le vendite di tutti i prodotti della mela morsicata: iPhone, iPad, Mac ed Apple Watch.

I dati di quest’ultimo prodotto non sono stati forniti in modo esplicito, fanno parte del calderone degli “altri prodotti” che presentano anch’essi un calo, il settore degli smartwatch in generale non è mai realmente decollato ed Apple con il suo indossabile intelligente non è da meno. Per i Mac, l’opinione degli analisti è che c’è stato un periodo di attesa per la presentazione (domani) di tre nuovi prodotti.

I servizi, Apple Pay, Apple Music e AppleCare, sono gli unici che fanno registrare un segno positivo con una crescita del 24 per cento rispetto lo scorso anno con 24,3 miliardi di dollari di fatturato. Come detto Tim Cook e gli azionisti non sono preoccupati e attendono fiduciosi il primo trimestre dell’anno fiscale 2017, periodo nel quale Apple fa una stima sui ricavi compresa tra i 76 e i 78 miliardi di dollari, con un margine lordo fra il 38 e il 38,5  per cento.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie