Lorenzin: Non solo niente taglio, ma 2 miliardi in più e assunzioni di oltre 7mila precari

“Dicevano tutti che avremmo tagliato e invece abbiamo aumentato il fondo da 111 a 113 miliardi”. Lo dichiara il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in una intervista al Messaggero. E twitta: Non solo niente taglio, ma 2 miliardi in più e assunzioni di oltre 7mila precari. La #salute al centro: piano vaccini, farmaci oncologici innovativi, stabilizzazione precari”.

“Abbiamo dovuto trovare le coperture, è stato un lavoro di giorni. Ma erano due anni che lavoravamo sugli obiettivi del patto per la salute che Renzi, io e tutto il governo consideriamo cruciali”, dichiara il ministro. La manovra, dice Lorenzin, “ci porta non solo nessun taglio, ma 2 bei miliardi in più. Al pari degli 800 milioni dell’anno scorso vincolati ai Livelli essenziali di assistenza (Lea) e al nomenclatore delle protesi, 1 miliardo quest’anno è vincolato a obiettivi di salute rispetto a due grandi sfide: l’invecchiamento della popolazione e i nuovi farmaci”.

In particolare, “500 milioni rifinanziano un fondo per gli oncologici fuori tetto della spesa farmaceutica e a regime, non una tantum, poi altri 500 a regime sulla epatite C. In piu’ abbiamo stanziato 300 milioni, di cui 150 subito, per nuove assunzioni e stabilizzazioni dei precari della sanità”. Le assunzioni saranno “settemila: 4mila infermieri, anche di più, e circa 3mila medici”.

Per i vaccini “mettiamo da subito più di 100 milioni, e 186 nel secondo anno. Sono molto contenta che Renzi abbia fatto sua questa battaglia di civiltà e salute pubblica per la vaccinazione dei nostri figli. Pensiamo ai bambini che muoiono di pertosse o morbillo ancora oggi, o alle persone a rischio che potrebbero essere al sicuro con un semplice vaccino antinfluenzale”, spiega.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie