Rischio infarto triplicato con sport intenso se arrabbiati o stressati

Lo sforzo fisico durante lo sport aumenta la possibilità di avere un infarto miocardico intenso (IMA) se si è arrabbiati, stressati o turbati emotivamente, fino a tre volte superiore se lo sforzo fisico è intenso. È quanto emerso da uno studio condotto dagli scienziati dell’Health Research Institute della McMaster University pubblicato sulla rivista specializzata Circulation.

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte nel mondo. Lo studio riporta che più del 90% del rischio di infarto miocardico è attribuibile alla esposizione a lungo termine a 9 fattori di rischio, tra questi l’obesità e le cattive abitudini come il fumo. Gli studi osservazionali hanno identificato anche potenziali fattori scatenanti esterni, tra cui lo sforzo fisico e la rabbia o il turbamento emotivo.

Dei 12.461 casi di IMA, il 13,6% erano impegnati in attività fisica e il 14,4% erano arrabbiati o emotivamente sconvolti un’ora prima della comparsa dei sintomi. L’attività fisica nel periodo oggetto di studio è stato associato ad un aumento della probabilità di IMA, con un rischio attribuibile alla popolazione del 7,7%. Rabbia o turbamento emotivo prima di fare sport è stato associato ad un aumentato della probabilità di IMA dell’8,5%.

Non ci sono differenze di ordine geografico, di malattie cardiovascolari o di genere (uomo e donna corrono gli stessi rischi) per l’insorgenza dell’infarto. Sia l’attività fisica che la rabbia o il turbamento emotivo nel periodo studiato sono stati associati con un ulteriore aumento delle probabilità di infarto. Sono necessari, affermano i ricercatori, studi internazionali che utilizzano una metodologia standardizzata per determinare se ci sono variazioni dell’incidenza di innescare fattori di rischio e determinare altri fattori che possono modificarne l’associazione.

Mens sana in corpore sano dicevano i latini e, secondo lo studio canadese, vale anche il contrario. Avere uno stato mentale alterato dalla rabbia o da uno stato emotivo negativo può influenzare la salute del cuore, se a tutto ciò si associa attività fisica intensa ecco che il danno è fatto o può essere fatto con l’arrivo dell’infarto miocardico intenso.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie