Vaccino: due medici si oppongono, aperto procedimento discliplinare

Due medici di Firenze e Treviso sono sotto procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici perché contrari alla vaccinazione. Un terzo caso è al vaglio per un medico veneziano, per tutti e tre l’accusa è di sconsigliare il vaccino adottando una posizione antiscientifica.

Nel mese di luglio, la Fnomceo, la federazione nazionale degli Ordini dei Medici, aveva divulgato a tutti i membri dell’ordine un documento in cui si avvisavano i medici di non sconsigliare la vaccinazione per non incorrere in misure disciplinari che potrebbero arrivare fino alla radiazione.

Una presa di posizione netta quella di Fnomceo verso i medici contrari all’uso del vaccino anti-influenzale. I due professionisti divulgavano la non vaccinazione non solo ai propri pazienti, ma anche durante i congressi scientifici. Per uno dei casi l’Ordine è giunto al termine dell’istruttoria e sta decidendo come procedere, nell’altro si è ancora nella fase preliminare. Un terzo caso potrebbe aprirsi a Venezia e non è noto se sono stati avviati altri casi non segnalati dagli Ordini dei Medici regionali.

Perché è tanto importante vaccinarsi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità richiede che siano almeno il 95 per cento le persone vaccinate, in Italia invece le vaccinazioni diminuiscono, in particolare per morbillo e rosolia. L’OMS la definisce “immunità di gregge” che consente di proteggere anche chi non può vaccinarsi per questioni di salute.

Quest’anno l’influenza è molto aggressiva e la campagna per la vaccinazione è partita molto presto perché presto è arrivato anche il virus costituito da tre ceppi, due dei quali mutati geneticamente per cui chi si è vaccinato lo scorso anno non è immune. L’influenza 2016/2017 è così aggressiva che il consiglio dei medici è di vaccinare tutta la popolazione non solo quella a rischio come anziani e donne incinte.

Non solo vaccini antinfluenzali, anche il piano vaccinale obbligatorio per i bambini è osteggiato da parte della popolazione. La convinzione, secondo alcuni, che esista una correlazione tra la vaccinazione e l’insorgenza di malattie quali l’autismo o altre patologie è il motivo per cui molti rifiutano la vaccinazione.

L’OMS ha definito i vaccini la più grande scoperta medica dell’umanità. La vaccinazione rappresenta uno degli interventi più efficaci e sicuri a disposizione della Sanità Pubblica per la prevenzione primaria delle malattie infettive. I vaccini hanno cambiato la storia della medicina e si sono affermati come strumento fondamentale per la riduzione della mortalità e morbosità, modificando profondamente l’epidemiologia delle malattie infettive.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie