Conad ritira il gorgonzola: contiene batterio nocivo, ecco i lotti da evitare e le province interessate

La catena di supermercati Conad ha richiesto il ritiro di un prodotto, il gorgonzola, perché potenzialmente nocivo per la salute. All’interno del formaggio sono state trovate quantità, seppur minime, di un batterio Listeria monocytogenes in grado di provocare infezioni intestinali anche gravi. La società lo ha annunciato con una nota sul proprio sito internet dove è possibile trovare tutte le specifiche per individuare il prodotto incriminato.

Dopo il ritiro di un altro prodotto avvenuto a fine ottobre, le vongole veraci per la presunta presenza di Escherichia coli oltre i limiti di legge, nella giornata di ieri 9 novembre una nuova nota sul sito richiede il ritiro di un altro prodotta venduto dalla catena di supermercati. Una nota di merito alla società per il livello di controlli che effettua, dimostrazione di tenere alla salute dei propri clienti cosa per nulla scontata al giorno d’oggi.

Nella nota si legge: “CONAD Soc. Coop. ha ordinato in via precauzionale il ritiro del seguente lotto di produzione per presenza di Listeria monocytogenes.

  • Formaggio Gorgonzola dolce DOP S&D
  • Prodotto: allevato in ITALIA
  • Lotto: 16279048
  • Data di scadenza: 19/11/2016
  • Confezione 200g.
  • EAN: 8003170008557
  • Produttore: Prodotto da SI Invernizzi srl
  • Stabilimento: Via Romentino, 98 – 28069 Trecate (NO)

Sono 50 le province coinvolte: Ancona, Arezzo, Avellino, Belluno, Benevento, Bergamo, Brescia, Caserta, Catanzaro, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Ferrara, Forlì-Cesena, Frosinone, Gorizia, Latina, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Napoli, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pesaro e Urbino, Piacenza, Pordenone, Potenza, Ravenna, Reggio di Calabria, Reggio nell’Emilia, Rep. San Marino, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Salerno, Sondrio, Terni, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Vibo Valentia, Viterbo.

Al fine di scongiurare qualsiasi possibile rischio per la salute, i clienti che fossero in possesso di confezioni appartenenti al medesimo lotto sono invitati a riportarle in qualsiasi punto di vendita Conad in cui hanno effettuato l’acquisto, che provvederà alla sostituzione con altro prodotto o al rimborso“.

Renato Invernizzi, titolare dell’azienda casearia, assicura che il batterio è presente, nei lotti coinvolti nella richiesta di ritiro, in percentuale molto inferiore da quanto richiesto dalle norme di legge pur trovandosi d’accordo con Conad sul ritiro perché “i consumatori vanno garantiti al 100%“. La listeriosi è una malattia infettiva trasmessa in genere attraverso gli alimenti che contaminati con il batterio Listeria monocytogenes.

Le tipologie più a rischio sono soprattutto neonati, anziani, soggetti che hanno immunodeficienze, donne in gravidanza o soggetti immunodepressi. Anche se trasmesso per via alimentare la sua manifestazione non è di tipo gastroenterico. In gravidanza ha una sintomatologia che può essere scambiata per influenza, con gravi ripercussioni sul feto. Fra i sintomi: febbre alta, endocardite, osteomielite, colecistite, peritonite, meningite, paralisi dei nervi cranici, perdita motoria.

Segui Impronta Unika su Facebook

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie