Dash Button: Amazon lo porta anche in Italia, ecco a cosa serve

Amazon porta in Italia Dash Button, il pulsante virtuale per gli acquisti del sito di e-commerce diventa reale. Disponibile per i clienti del programma Prime al costo di 4,99€ che saranno rimborsati al primo acquisto effettuato. È il primo esempio di gadget dell’Internet of things o per quello che Amazon definisce Internet of useful things. Ecco a cosa serve e come funziona.

Ha debuttato negli Stati Uniti lo scorso aprile ed è stato un vero successo. Sono oltre 200 le aziende di cui si possono acquistare prodotti tramite Dash button, in Italia, al momento, sono solo 27, ma il numero è destinato certamente a crescere. Ogni pulsante è dedicato esclusivamente ad un prodotto, si possono acquistare tutti i pulsanti che si vuole.

Secondo Amazon gli americani, nelle proprie case, ne hanno almeno 3 a testa e i dati delle vendite delle aziende lo confermano con vendite aumentate anche di 10 volte. In Italia potrà avere lo stesso successo? Gli italiani sono tra i meno avvezzi alla tecnologia nonostante siano quelli che maggiormente acquistano e utilizzano smartphone e tablet.

Cosa serve per utilizzarlo: uno smartphone o un tablet con sistema operativo Android o iOS e una connessione WiFi. Ogni Dash Button può essere utilizzato per l’acquisto di un solo prodotto, tramite l’applicazione Amazon può essere configurato. Dispone di un adesivo e di un gancio che consentono di posizionarlo dove occorre: sulla lavatrice se si vuole acquistarne il detersivo, in cucina, in bagno insomma ovunque occorra.

Oltre il pulsante, sul Dash Button è presente anche un led che diventa verde, se dopo aver premuto il pulsante l’ordine è andato a buon fine (viene anche notificato tramite email), altrimenti rimane rosso. Amazon ha anche escogitato un sistema per evitare acquisti di quantità esose, nel caso in casa ci sia un bambino che si diverte a premere il pulsante. Ogni acquisto viene spedito solo dopo che è stato spedito l’acquisto precedente, in questo modo si ha tutto il tempo di annullare ordini indesiderati.

Per capire fino a che punto un semplice pulsante connesso ad internet può essere utile basti pensare al programma Dash Replenishment. Gli elettrodomestici dotati di connettività possono essere configurati in modo che ordinino automaticamente gli articoli da Amazon. Produttori come Grundig, KYOCERA, Samsung e Whirlpool insieme a Beko, Bosch e Siemens stanno lavorando all’integrazione con Dash Replenishment. Quando la stampante sta per esaurire le cartucce le ordinerà automaticamente, lo stesso vale per la lavatrice, il frigorifero, la lavastoviglie, la macchina del caffè ecc.

Condividi questo articolo: 


AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie